Una prenotazione online su cinque viene cancellata

In base a una nuova statistica sembra che il 19% delle prenotazioni online vengano cancellate dagli ospiti prima dell’arrivo in hotel.

I dati inviati da Dohop a Tnooz permettono di avere un’immagine ancor più chiara dell’attuale stato delle prenotazioni online nel settore alberghiero e turistico in generale.

Il tasso di cancellazione, pari a 1 su 5, risulta piuttosto alto, ma appare in media più basso rispetto alle cancellazioni registrate sui portali del gruppo Priceline, di cui Dohop fa parte come affiliato.

Alcuni dati sui Paesi

Sembra che non tutti i Paesi abbiano le stesse abitudini in termini di cancellazioni come testimoniato da un’interessante statistica:

  • Gli ospiti russi presentano il tasso più alto di cancellazione, pari ad un sorprendente 75%;
  • Gli inglesi e i norvegesi hanno tassi significativamente più bassi di cancellazione, pari rispettivamente all’11,8% e 12,6%;
  • Tra le aree con il tasso più alto di cancellazioni troviamo Milano, Roma, Benidorm, Barcellona e Tenerife.

Uno spaccato delle abitudini di prenotazione

Andando oltre le cancellazioni, vediamo un ulteriore spaccato delle abitudini dei viaggiatori in base ai dati di utilizzo di Dohop :

  • Il soggiorno medio è di 4 giorni;
  • Il lead-in time tra prenotazione e arrivo in hotel è di sei settimane;
  • Quasi un terzo (31%) delle prenotazioni avvengono su dispositivi mobile;
  • Il tasso di prenotazioni last-minute di una notte sul portale è del 12,7%.

Quest’ultimo dato in particolare potrebbe aumentare con il sempre più frequente utilizzo di Airbnb, scelto da molti viaggiatori per soggiorni più lunghi, “relegando” gli hotel ai soggiorni brevi con prenotazioni last-minute.

Scritto da:

Pubblicato il: 1 Marzo 2016

Filed Under: News, Prenotazioni online

Visite: 2330

Tags: , ,

Lascia un commento