Instant Booking: Booking.com cede a TripAdvisor

TripAdvisor ha raggiunto un nuovo importante traguardo con Instant Booking. Dopo una fase iniziale di scetticismo il gruppo Priceline ha firmato una partnership con la piattaforma di recensioni e prenotazioni online.

Nonostante sembrasse un’ipotesi remota, TripAdvisor e Priceline hanno raggiunto un accordo per Instant Booking, un sistema attualmente in fase di prova negli Stati Uniti che permette agli utenti di prenotare una grande quantità di hotel senza abbandonare la piattaforma di TripAdvisor.

Grazie all’accordo raggiunto tra i due colossi, tutto il gruppo di PricelineBooking.com e Agoda.com – entrerà a far parte di Instant Booking insieme alle catene Hyatt e Marriot, aggiungendo così un altro importante tassello a questa piattaforma. In sostanza, quindi, a breve tutti gli hotel presenti nel database di Booking.com e Agoda.com potranno essere prenotati direttamente dalla piattaforma di TripAdvisor, affidando alle aziende del gruppo Priceline la gestione della transazione post vendita.

tripadvisor_instantbooking

La notizia della partnership tra i due colossi ha stupito non pochi esperti del settore, soprattutto perché fino a poco tempo fa in molti parlavano della possibilità che TripAdvisor potesse diventare a tutti gli effetti un nuovo competitor delle OTA, nonostante un esponente del Gufo avesse smentito questa possibilità:

Puoi prenotare su TripAdvisor, ma non gestiamo la prenotazione. La trasferiamo all’hotel. […] TripConnect è progettato per gli albergatori. Le prenotazioni vengono trasferite al sistema dell’hotel. L’hotel possiede la prenotazione e può comunicare direttamente con l’ospite. […] Anche il pagamento viene effettuato dal lato della struttura.

La scelta di partecipare a Instant Booking da parte di Booking.com sembrerebbe essere arrivata in seguito ad alcune concessioni da parte di TripAdvisor: economiche e di branding su tutte. Gli utenti infatti vedranno che stanno prenotando da Booking.com o Agoda.com, mettendo in risalto quindi i brand del gruppo.

Questa partnership ha suscitato non poche preoccupazioni per gli albergatori, soprattutto perché Instant Booking sembrerebbe prefigurarsi sempre di più come un ulteriore intermediazione verso il cliente.

Scritto da:

Pubblicato il: 27 Ottobre 2015

Filed Under: Booking.com, News, OTA, Portali di viaggi, TripAdvisor

Visite: 3221

Tags: , , ,

Lascia un commento