Roma vista dall’estero: un problema per il turismo?

Che Roma non se la passi benissimo è sotto gli occhi di tutti. Da anni ormai stiamo assistendo ad una sempre maggiore diffusione di degrado e illegalità nella Città Eterna e, oltre a influenzare negativamente la vita dei romani, la situazione non potrà fare altro che disincentivare i turisti interessati a visitare la Capitale.

Gli albergatori romani hanno da sempre potuto contare su un costante flusso di turisti internazionali grazie alla fama e all’enorme e impareggiabile patrimonio artistico che Roma può offrire, tanto da essere considerata una delle città più belle al mondo. E’ innegabile come negli ultimi tempi Roma sia stata piuttosto maltrattata dalla classe politica – a partire dagli scandali di mafia agli scioperi bianchi – e da una mancanza di rispetto da parte delle istituzioni verso i cittadini e verso chi visita la città.

Negli ultimi anni il settore alberghiero ha assistito ad un abbassamento della tariffa media, un po’ dovuto alla crisi economica ma sicuramente da imputare all’aver lasciato andare alcune delle nostre città, che hanno perso appeal trasformandosi in mete low cost. 

Purtroppo questa situazione non è passata inosservata agli occhi della stampa estera. Per comprendere quale sia l’immagine che hanno di Roma all’estero il nostro HotelNerd Guglielmo del Fattore ha raccolto una serie di articoli comparsi su alcuni dei più prestigiosi quotidiani internazionali e l’impressione che ne esce è di una città sporca, trascurata e pervasa da mafia e corruzione.

Reuters: Roma, una città sull’orlo del collasso

Il primo articolo della rassegna stampa che vi proponiamo è di Reuters, ripreso da numerosi quotidiani di prestigio, la cui analisi fornisce un quadro impietoso della città: Roma è “una città sull’orlo del collasso“, per usare le parole di Crispian Balmer in un articolo pubblicato su Reuters e ripreso anche dall’Indipendent:

Sporca e disorganizzata, Roma è ancora una volta in declino.

 

Il Municipio è paralizzato da presunte infiltrazioni della mafia, i servizi di base sono a brandelli, l’aeroporto della città è parzialmente chiuso e scioperi selvaggi hanno danneggiato un servizio di trasporto pubblico già fatiscente.

 

Per generazioni, la Capitale italiana si è adagiata sulle glorie del passato piuttosto che costruire sopra di esse. Gli anni di negligenza, corruzione e complessità burocratica hanno danneggiato in modo grave la città, rispecchiando un male più ampio che affligge tutta l’Italia.

Telegraph: la Città Eterna sta attraversando un declino cronico

Ci va giù pesante anche il Telegraph, per mano dell’autore Nick Squires:

Nessun soggiorno romano – la Città Eterna è un declino cronico come risultato di un mix tossico di corruzione, debito, amministrazione errata e infrastrutture fatiscenti.

 

La Città Eterna sta affrontando una crisi: la sua amministrazione è ingolfata da scandali di corruzione e debito, le sue strade sono sfregiate da buche, il suo aeroporto è parzialmente chiuso e la crisi dell’immigrazione imperversa.

Sono molti i temi trattati negli articoli qui proposti, che mettono in evidenza una serie di forti criticità per il turismo e per Roma stessa, compreso lo scandalo dell’aeroporto di Fiumicino, che fatica a riprendere la piena operatività in seguito all’incendio scoppiato il 7 maggio scorso. Un altro tema particolarmente scottante dell’analisi condotta da Reuters riguarda l’illegalità e la corruzione che affliggono Roma.

Bloomberg – Rome in Ruins

A danneggiare ulteriormente la reputazione di Roma agli occhi dei turisti e dei cittadini sono gli innumerevoli scioperi bianchi attuati nelle scorse settimane dai dipendenti dell’ATAC. Questi scioperi non solo hanno complicato la vita ai romani, ma anche danneggiato direttamente migliaia di turisti interessati a visitare la Capitale, all’ultimo posto della classifica delle capitali europee in termini di qualità dei servizi.

Pur essendo analisi molto dure, quelle proposte da Reuters e Telegraph sono immagini di Roma che rispecchiano la realtà e a questo punto, anche nell’ottica del turismo, viene da chiedersi: a chi, pur trattandosi di Roma, verrebbe voglia di visitare una città in queste condizioni? Sicuramente la situazione che viene descritta ci fa capire quanto l’immagine di Roma all’estero possa influenzare la redditività delle strutture ricettive.

ADA Lazio non ci sta: dannose e incompetenti le notizie apparse sugli organi di informazione

La reazione di ADA Lazio alle critiche degli organi di stampa esteri non si sono fatti attendere. L’Associazione Direttori d’Albergo ha infatti definito “dannose e incompetenti le notizie apparse sugli organi di informazioni“, ritenute incomplete e poco approfondite. Con grande senso di responsabilità ADA Lazio, nella persona di Roberto Necci, tenta di far capire alla comunità internazionale l’impegno degli albergatori e delle strutture ricettive nei confronti di un miglioramento della città: da RETAKE alle iniziative di albergatori e cittadini per tentare di migliorare Roma.

Scritto da:

Pubblicato il: 20 luglio 2015

Filed Under: News

Visite: 2118

Tags: , , , , ,

Lascia un commento