Perchè la multa della Commissione Europea a Google interessa anche gli hotel

Nel 2017 la Commissione Europea ha ordinato la multa più alta nei confronti di una azienda tecnologica e questo interesserà anche il mercato alberghiero.

La Commissione Europea ha disposto una multa di 2.42 miliardi di euro nei confronti di Google per aver impiegato pratiche sleali nel mantenere una posizione dominante nelle ricerche dello shopping online, danneggiando la libera concorrenza.

Secondo la Commissione Europea Google ha abusato del suo dominio di mercato come motore di ricerca dando un vantaggio a Google Shopping, il servizio di comparazione prezzi; inserendo una qualsiasi parola nel suddetto motore di ricerca, i primi risultati sono proprio quelli del comparatore Google Shopping lasciando la concorrenza in secondo piano.

Google Shopping non essendo soggetto agli algoritmi del motore di ricerca, ha il vantaggio di far visualizzare i suoi risultati in cima alla pagina indipendentemente dai fattori di classificazione.

Il commissario europeo alla Concorrenza, Margrethe Vestager,  ha riconosciuto i meriti di Google per aver introdotto “molti prodotti innovativi e servizi che hanno cambiato le nostre vite” ma ha aggiunto che la compagnia “non si è limitata ad attirare clienti, rendendo i suoi prodotti migliori di quelli dei suoi concorrenti. Google ha anche abusato della sua posizione dominante sul mercato dei motori di ricerca, favorendo il proprio servizio di confronto dei prezzi”.

Il colosso del web ha replicato:

Quando fate acquisti online, quello che volete è trovare in maniera facile e veloce i prodotti che state cercando. Allo stesso tempo, chi li vende vuole promuovere questi stessi prodotti. Ecco perché Google mostra annunci pubblicitari Shopping, mettendo in contatto le persone con migliaia di inserzionisti, grandi e piccoli, portando benefici ad entrambe le parti. Siamo rispettosamente in disaccordo con le conclusioni annunciate..

Ma tutto questo cosa significherà per gli hotel?

Il servizio che Google offre agli hotel, chiamato HotelAds, permette di visualizzare un hotel su Google e Google Maps da qualsiasi dispositivo.

Integrando gli annunci degli hotel nei risultati di ricerca, in Maps e Trips, Google ha reso questo servizio uno dei principali metasearch per hotel del mercato; ma non solo, sfruttando la tendenza degli albergatori a investire in search marketing come HotelAds, il metasearch di Google alimenta il desiderio di restare tra i primi risultati.

La Commissione Europea sta concentrando sempre più la propria attenzione su HotelAds e questo potrebbe essere una brutta notizia per il servizio metasearch di Google.

Dobbiamo ancora vedere come Google modificherà il suo servizio Shopping in risposta alla decisione della Commissione ma qualsiasi cambiamento ci sarà nel futuro prossimo, potrebbe causare difficoltà nel settore in continuo sviluppo dei viaggi online.

Scritto da:

Pubblicato il: 21 luglio 2017

Filed Under: Approfondimento, Prenotazioni online

Visite: 1948

Tags: , , , ,

Lascia un commento