Modelli di prenotazione per alberghi indipendenti: chi, come e quando

NetAffinity processa ed analizza una mole elevatissima di dati ogni giorno. Guardando i dati, ci si rende conto che questi dati sono davvero moltissimi e possono aiutarci a tracciare dei modelli di prenotazione. Sotto questa montagna di numeri, insomma, c’è una miniera d’oro che possiamo utilizzare per le nostre analisi. Così, abbiamo deciso di scavare per vedere se abbiamo trovato qualcosa di luccicante.

Tutti questi dati ci servono per capire le dinamiche dietro ai meccanismi di prenotazione, capire i tempi, i modi ed i mezzi ci aiuterà ad analizzare questo settore di mercato per elaborare strategie di marketing più mirate al nostro target ed in definitiva, più efficaci. Si tratta di analisi compiute partendo da una mole di dati accumulati davvero elevata ed eterogenea, una mole di dati che ci farà capire ed interpretare la realtà autentica. Insomma, stiamo descrivendo chi prenota, come si prenota e quando si prenota.

La caratteristica più sorprendente, o comunque meno prevedibile ai più, è il fatto che più di un quinto di tutte le prenotazioni sono state effettuate da mobile. Si tratta di una tendenza che in qualche modo alcuni come me avevano già anticipato, il mobile sta offrendo sempre più rassicurazioni ed user experience di qualità agli utenti. Questo fattore è estremamente significativo, soprattutto se pensiamo che questo dato solo un anno fa, era di gran lunga inferiore.

Perché è un grande traguardo? Perché si tratta di un’ulteriore conferma di un fatto che ormai sta diventando sempre più decisivo all’interno delle dinamiche di web marketing. Questa crescita delle prenotazioni da mobile è un altro pezzo del puzzle che conferma la tendenza che ogni blog di marketing digitale ha sempre cercato di spiegare, nonostante i tempi non fossero ancora maturi e le persone fossero ancora incredule della possibilità di questo exploit del mobile.

Il mobile quindi è importante, sia nel campo più ampio dei viaggi che per alberghi indipendenti. Le prenotazioni da mobile non sono un fenomeno solo rivendicato dalle grandi catene o OTA – che stanno spazzando albergatori indipendenti troppo facilmente. Questo è in parte dovuto al fatto che più hotel cercano di assicurarsi che i loro siti web siano mobile-friendly e mettano in atto pratiche per l’ottimizzazione delle conversioni su tali dispositivi. Un’altra ragione altrettanto valida ha anche a che fare con la tecnologia che migliora, con il fatto che i potenziali clienti si trovano sempre più a proprio agio con i loro telefoni e tablet e con le molteplici modalità che ci sono oggi per effettuare pagamenti da mobile.

Si possono anche scoprire modelli di prenotazione per età, per sesso, per periodo temporale e molto altro ancora.

Chi prenota

Dai dati che abbiamo, possiamo dire che il 60% di tutte le prenotazioni è effettuato da donne. Il gentil sesso sembra quindi avere parecchia padronanza e fiducia degli strumenti informatici sul web di prenotazione. Altro dato significativo,però è che il tasso di conversione maggiore, tuttavia, è rappresentato dagli uomini.

La fascia di età con la maggior disponibilità di denaro per le prenotazioni è rappresentata dagli over 65. Sembra insomma che l’innalzamento dell’età media e dell’aspettativa di vita, unita ad una cangiante familiarità con internet, fa delle persone con più di 65 anni, uno dei bacini di utenza più danarosi.

Tuttavia questo dato non significa che questa fascia d’età sia la più numerosa, infatti quella che fa registrare un maggior numero di prenotazioni è prevedibilmente quella fra i 25 ed i 34 anni, seguita gradualmente dalle successive 35-44 anni, 45-54 anni e 55-64anni. Le due fasce d’età marginali, quelle cioè che fanno registrare il minor numero di prenotazioni sono quelle dei giovani fra i 18 e i 24 anni e quella degli over 65, con predominanza della prima fascia sulla seconda.

Quando prenotano

Il 25% di chi prenota lo fa dalle 8 alle 11 del mattino, il 12% invece è più notturno e lo fa dalle 21 alle 9. Invece per i giorni della settimana sappiamo che il 10% delle prenotazioni è effettuata di sabato. Parliamo adesso dei mesi dell’anno. Il mese che registra più prenotazioni è gennaio che si piazza in prima posizione con il 12,1% di prenotazioni. Altri mesi significativi sono Marzo e Luglio e poi, quasi a pari merito, Aprile, Settembre e Maggio.

Come prenotano

Un quinto, quindi il 20,7% prenota da smartphone, il 61,7% da computer fisso ed il 17,7% da tablet. Un’ altro dato significativo è che le prenotazioni più costose sono effettuate da computer fisso.

Conclusioni

Il 17% delle prenotazioni mobile avviene dalle 22 all’una, per cui il 63% dalle 9 alle 19 ed il 27% dalle 8 alle 23. Questo vuol dire che la sera ed il pomeriggio sono i periodi migliori che le persone trovano per prenotare online. Il 35% delle prenotazioni da computer fisso è effettuato di lunedì e martedì. Il mobile conferma questi dati registrando un 30% di prenotazioni lunedì e martedì e un 12% di sabato. Questi dati ci rendono molto più chiaro il quadro delle prenotazioni online.

Scritto da:

Pubblicato il: 25 Novembre 2016

Filed Under: News

Visite: 1815

Tags: , , ,

Lascia un commento