Hotel: le prenotazioni sui dispositivi mobile hanno raggiunto il 67%

State elaborando strategie per trovare nuovi clienti? Un nuovo studio di HotelsCombined indica la continua importanza dei dispositivi mobili per i viaggiatori che desiderano prenotare la propria vacanza. Come accennato in altri articoli possiamo finalmente dire che le previsioni si sono rivelate veritiere e oggi possiamo guardare la loro realizzazione in tutto il mondo del web.

C’è quindi da dire che, anche nel settore del web marketing, le tendenze emergenti negli Stati Uniti sono poi quelle che arriveranno successivamente in Europa e quindi anche in Italia. Questo vuol dire che le nostre previsioni possono essere più semplici da identificare se analizziamo e conosciamo prima cosa succede dall’altra parte dell’Oceano Atlantico.

Le prenotazioni da smartphone e tablet sono in crescita

Secondo lo studio le prenotazioni tramite smartphone nel 2016 in USA sono aumentate del 67 per cento rispetto all’anno precedente. Anche le prenotazioni dai tablet sono cresciute del 30% durante l’anno, mentre le prenotazioni tramite computer sono aumentate solo del 4% – ciò significa che sempre più americani compiono decisioni “affrettate”, come dichiarato da Christ Rivett di HotelsCombined:

È chiaro che gli americani sono sempre più a proprio agio per le prenotazioni tramite i cellulari, ma per ricercare e curiosare su possibili viaggi i computer sono ancora i dispositivi preferiti. I viaggiatori spesso si siedono a casa davanti ad un computer portatile dando inizio alla prima fase quella della scoperta, che spesso comporta una ricerca sommaria di tutti gli aspetti di un viaggio ma non solo, è una fase che può prevedere anche la discussione con la famiglia o con gli amici.

Dopo di che, di solito, si passa alla fase dove vengono buttate giù delle idee, seguita dall’ultimo step, quello decisionale, e solo dopo avviene la prenotazione hotel, spesso effettuata utilizzando un dispositivo mobile.

Tutti i cambiamenti, seppur con tempi relativi, non avvengono mai in maniera troppo repentina. Lo switch al mobile sta avvenendo in maniera graduale e funzionale ai dispositivi utilizzati. Questo ci fa capire che le persone si fidano della tecnologia, ma hanno comunque bisogno di tempo per ambientarsi e imparare ad utilizzarla, anche in un ambito come quello del web, settore in costante evoluzione. Gli albergatori quindi che ad oggi sono impreparati possono ancora intervenire tempestivamente per implementare le funzionalità mobile del proprio sito ufficiale.

I dati

La ricerca ha evidenziato alcuni dati interessanti per i viaggiatori americani:

  • Nel 72% dei casi il momento più importante per le prenotazioni alberghiere su dispositivi mobile è di 48 ore prima del check in;
  • Il 40% delle prenotazioni last minute vengono effettuate su tablet;
  • Il 36% delle prenotazioni last minute vengono effettuate su smartphone;
  • Il 24% delle prenotazioni last minute vengono effettuate su desktop.

Le ricerche di alberghi su dispositivi mobile hanno registrato una crescita simile nel 2016, con aumenti fino al 137 per cento durante l’anno.

Rimane tuttavia la tendenza ad affidarsi ai computer per pianificare un viaggio. Questo non solo per la fiducia delle persone, ma anche della maggiore completezza della versione desktop dei siti. Questo ci può far prevedere che anche l’Europa seguirà questa tendenza, per cui nazioni più o meno recettive alle tecnologie informatiche potranno avvantaggiarsi nella fornitura e nella fruizione dei servizi di marketing alberghiero.

Il vantaggio che possiamo avere da queste tendenze è anticipare i bisogni dei nostri potenziali clienti.

Scritto da:

Pubblicato il: 14 Giugno 2017

Filed Under: Prenotazioni online, Turismo

Visite: 1163

Tags: , , , ,

Lascia un commento