La tecnologia può aiutare la carenza di manodopera nell’ospitalità?

L’industria alberghiera è ostacolata nella sua ripresa da una carenza di manodopera.

La pandemia globale viene incolpata del problema, perché molti dipendenti hanno lasciato il settore quando le imprese alberghiere sono state costrette a chiudere per mesi e mesi nel 2020 e, di nuovo, nei primi mesi del 2021.

Altri lavoratori sono preoccupati per la loro salute e quindi sono attenti alla messa in sicurezza dei luoghi di lavoro.

Il sondaggio

Un recente sondaggio della Hospitality Asset Managers Association rivela che la disponibilità di personale è la principale preoccupazione degli albergatori seguita dalla domanda dei clienti e dal costo del lavoro.

Chris Nassetta, presidente e amministratore delegato di Hilton, ha affermato che sta “limitando la ripresa in certi momenti” perché gli hotel non possono assicurare abbastanza personale per l’erogazione dei servizi.

Una recente nota della società di rating Fitch ha confermato simili problemi di carenza di personale anche nel Regno Unito, evidenziando anche la Brexit come causa, e ha detto che si aspetta un aumento dei costi di assunzione e formazione nel breve termine.

Nassetta ha dettagliato alcuni dei fattori che aggravano il problema negli Stati Uniti, come le preoccupazioni per la salute, i problemi di assistenza all’infanzia e gli incentivi federali a supporto che scadono a settembre.

Anche Paul Edgecliffe-Johnson, direttore finanziario di InterContinental Hotels Group, ha riconosciuto la difficoltà di assumere persone per i suoi hotel man mano che andranno a riaprire.

Startup emergenti

Con la speranza che la situazione si risolva da sola dopo l’estate, gli hotel devono trovare il modo di riempire le lacune mentre la domanda repressa di viaggi si scatena.

La carenza di manodopera coincide con l’emergere negli ultimi mesi di startup, che aiutano ad affrontare alcune delle sfide di reclutamento nel settore dell’ospitalità.

Fiona Robson, co-fondatrice di The Hospitality Gig, una piattaforma che mira a fornire un pool di talenti di lavoratori flessibili per l’industria, dice che le aziende alberghiere potrebbero non essere così “lungimiranti” come altri settori nonostante le carenze.

Afferma che la piattaforma ha avuto più riscontro da parte di settori correlati come la tecnologia dell’ospitalità, i privati e le associazioni industriali rispetto ai gruppi alberghieri.

“Questo si collega a una delle preoccupazioni chiave dell’industria del turismo ovvero quella di perdere talenti del mondo dell’ospitalità.”
Rachel Moosa, co-fondatrice dell’azienda con sede nel Regno Unito, dice che la speranza è che l’industria sia “aperta al talento lavorativo frazionato ” piuttosto che ai modelli di reclutamento tradizionali.

“Il modello di occupazione tradizionale non fornisce flessibilità per il posto di lavoro, né per i lavoratori. Speriamo di spostare il focus dell’occupazione verso la produzione di lavoro, che crea imprese più inclusive per tutti, dove i lavoratori sono valutati per ciò che portano, non per la capacità di presentarsi al lavoro”.

Mogul, che si descrive come un “motore di ospitalità”, è un’altra startup il cui emergere ha coinciso con la carenza di personale nel settore dell’ospitalità causata dalla pandemia.

L’azienda, che ha generato 20 milioni di dollari di finanziamenti alla fine del 2020, offre servizi tra cui MogulRecruiter, che utilizza la scienza dei dati e un algoritmo proprietario per aiutare i datori di lavoro dell’ospitalità a trovare i candidati.

Yvonne Choi, co-fondatore e capo dello sviluppo, dice che l’ultima versione di MogulRecruiter, che è stata appena rilasciata, ora classifica i talenti o “Moguls” per vari criteri.

MogulRecruiter attualmente fornisce candidati per il livello di direttore generale e supervisore, ma prevede di espandere il suo database più avanti nel corso dell’anno.

Conclusioni

Gli hotel ora dovranno pensare in modo creativo e trovare il modo di colmare le lacune, sia rivolgendosi alle startup del settore che attirando i dipendenti in altri modi.

L’aumento della digitalizzazione è già visto come un modo per andare avanti – rendendo gli hotel più efficienti, liberando il personale al fine di assolvere responsabilità per altri compiti.

Le tecnologie touchless dovrebbero aiutare a minimizzare i rischi per il personale così da permetterne il loro ritorno sul lavoro sicuro, riducendo i processi manuali e, si spera, dando anche una spinta necessaria alla ripresa.

Vuoi aumentare la performance del tuo sito internet?

Scopri di più sul nostro sito Hotel Nerds Solutions!

Scopri di più!

Scritto da:

Pubblicato il: 21 Maggio 2021

Filed Under: Nerdaholic, News

Visite: 280

Tags: , ,

Lascia un commento