Intelligenza Artificiale: il futuro dell’Hotel Web Marketing post Covid-19

Dall’inizio della pandemia dovuta al Covid-19, le aspettative dei clienti sono molto cambiate nei riguardi delle strutture alberghiere soprattutto per quanto concerne la pulizia degli ambienti. Si attende che i viaggi riprendano a pieno ritmo, già ora si può notare una prima ripresa anche se lenta. In ogni caso il livello di comfort durante il soggiorno e nei luoghi predisposti sono e saranno diversi da prima della pandemia.

Alcuni clienti sono desiderosi di riprendere a viaggiare e sono disposti a correre i rischi del caso andando in aeroporto e affrontando il volo, mentre altre persone sono decisamente più caute. Per i clienti la fiducia nel proprio brand alberghiero è fondamentale, una volta che si crede in un marchio si ha la sicurezza che tutti gli hotel della catena o la singola struttura faranno di tutto per garantire il benessere dei loro ospiti.

Gli hotel quindi devono assicurarsi che l’esperienza che stanno promuovendo per ciascun cliente sia in linea con le aspettative di ogni viaggiatore e che gli incentivi messi in atto tramite apposite promozioni, siano pertinenti alla domanda attuale da parte del cliente.

Ad esempio, un’offerta per un hotel sito in una grande città risulta più adatta a un ospite più coraggioso mentre per quelli che ancora non si fidano molto e prediligono luoghi meno affollati risulta più indicato un viaggio in cui può godere di maggiore riservatezza e luoghi isolati.

Ma come si può attuare questo cambiamento di marketing? L’intelligenza artificiale viene in aiuto degli hotel e degli operatori tramite le strategie di fidelizzazione e marketing. Christian Selchau Hansen, cofondatore e CEO di Formation.ai ha rivelato come poter utilizzare le tecnologie di ultima generazione per migliorare le esperienze dei viaggiatori e rassicurarli con offerte adeguate alle loro nuove esigenze. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come applicarle.

Quanto è importante l’IA nel marketing per i viaggiatori in un mondo post-Covid?

È difficile sopravvalutare l’importanza dell’intelligenza artificiale quando si tratta di comunicare con gli ospiti dell’hotel con le compagnie aeree per la nuova riorganizzazione dei viaggi. Mentre molti stati e paesi stanno pensando a come riaprire, la paura e l’incertezza sono due sentimenti comprensibili e ancora presenti tra le persone e gli operatori.

Per tale ragione ogni azione di marketing deve rispondere in modo adeguato a tutte le domande critiche dei viaggiatori al fine di prendere una decisione corretta su dove, e se, avrebbero intenzione di effettuare il loro prossimo viaggio. Ogni persona ha la necessità di avere diversi livelli di comfort e motivazione.

L’IA interviene, non solo per ridurre i processi manuali richiesti al team marketing, ma risulta indispensabile per raggiungere la persona giusta, al momento giusto e con l’adeguata messaggistica. La statistica è sempre stata un fattore Importante nel creare la fedeltà dei clienti in passato, ma in particolare quando si tratta di viaggiare in un mondo post Covid.

Come differenziare il livello di comfort dei viaggiatori

Le preferenze di ciascun individuo e il livello di comfort per i viaggi sono molto vari, data l’ampia gamma di fattori che contribuiscono a migliorare o peggiorare l’esperienza di viaggio. Ad esempio si può includere l’ambiente e le normative locali, il metodo e la durata del viaggio, nonché una serie di fattori personali.

L’ampia gamma delle preferenze mette in evidenza la necessità d’indirizzare i singoli viaggiatori con messaggi e offerte personali al fine di aiutare i clienti nella scelta e costruire un rapporto diretto con ogni individuo.

Come utilizzare l’intelligenza artificiale per commercializzare i diversi livelli di comfort

Invece di selezionare solamente pochi fattori, l’applicazione dell’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico permette d’incorporare molte opzioni contribuendo a differenziare meglio ciascun cliente, riconoscendolo come un individuo con specifiche caratteristiche ed esigenze piuttosto che uno dei tanti clienti. Inoltre l’IA può essere utilizzata per creare offerte personalizzate in modo molto più efficace rispetto ai metodi tradizionali.

Invece che uno sconto unico per tutti, applicando l’Intelligenza artificiale, gli esperti di marketing possono proporre offerte personalizzate che si basano su una comprensione più specifica del cliente e successivamente si realizza una promozione adeguata a ogni viaggiatore.

Man mano che gli ospiti inizieranno a prenotare di nuovo i viaggi, l’applicazione dell’IA diventerà uno strumento fondamentale per gli addetti marketing che potranno comprendere meglio il livello di comfort dei propri clienti offrendo loro promozioni adeguate.

Esempi pratici di applicazione d’intelligenza artificiale

Se le aziende pensano ai viaggiatori suddividendoli in categorie, si può pensare che gli studenti universitari e i neolaureati siano più disposti a ricominciare a viaggiare cercando una buona proposta. Inoltre si può dedurre che la popolazione sopra ai 50 anni potrebbe preferire spendere di più e avere un maggiore comfort e servizi oppure diffidano del viaggio e devono essere rassicurati con più informazioni.

Gli individui che appartengono a ogni categoria variano a seconda delle situazioni e le motivazioni per riprendere a viaggiare sono diverse da persona a persona. Per questo motivo gli hotel devono concentrarsi sulle esigenze e le necessità di ogni singolo individuo per poter ottenere dei risultati positivi.

Un ottimo metodo per poter accontentare ogni singolo individuo è mettere in atto le opzioni dell’intelligenza artificiale per riconoscere nuovi modelli di comportamento dei clienti. Ad esempio, prendendo in considerazione due clienti di cui uno che viaggia di frequente ma non ha prenotato una stanza dall’inizio della pandemia, mentre il secondo cliente, nonostante sia una new entry, è attivo nella ricerca di una stanza.

Questo indica che il secondo soggetto è più sicuro nei viaggi mentre il primo ha ancora timore di spostarsi.

Tale situazione suggerisce di rassicurare il primo cliente sulle misure di sicurezza e prevenzione oltre alla situazione Covid nel luogo in cui si trova l’hotel. Per quanto riguarda il secondo cliente invece, l’IA suggerirà promozioni adeguate e disponibilità di prenotazione della migliore stanza valutando le sue esigenze specifiche.

Applicare l’Intelligenza Artificiale ai sistemi alberghieri non è semplice, è necessario l’intervento di professionisti esperti nel settore. HotelNerds offre una consulenza gratuita per la valutazione e lo studio della strategia adeguata per ogni singola struttura alberghiera. Gli esperti metteranno in atto l’IA per apportare un concreto miglioramento della situazione, aumento di prenotazioni e fatturato.

Scritto da:

Pubblicato il: 20 Luglio 2020

Filed Under: Approfondimento, Intervista, Web Marketing

Visite: 457

Tags: , ,

Lascia un commento