L’importanza dell’ottimizzazione SEO per le prenotazioni dirette

Le OTA hanno rivoluzionato le strategie di distribuzione alberghiera sia in senso positivo che negativo. Pur garantendo una buona visibilità sul web siti come Booking.com e Expedia richiedono il pagamento di elevate commissioni e per questo è sempre più importante curare il proprio canale diretto per ottenere prenotazioni prive di commissioni. E’ qui che entra in scena l’ottimizzazione SEO.

Oltre alle commissioni, spesso OTA come Booking.com obbligano le strutture ricettive a garantire la parità tariffaria, riducendo la libertà imprenditoriale degli albergatori. Vediamo quindi come tentare di recuperare prenotazioni dirette attraverso l’ottimizzazione SEO, una procedura delicata ma – se fatta bene – efficace.

SEO per gli hotel: cosa può fare?

L’ottimizzazione SEO è un processo che prevede l’applicazione di tecniche creative e comprovate a un sito web per aumentare la sua visibilità sui motori di ricerca e si tratta di una strategia composta da più fattori come: contenuti, metatag e link esterni da siti di qualità. A questi fattori va aggiunta la struttura stessa del sito affinché sia perfettamente compatibile con gli ultimi standard e mobile-friendly.

In sostanza le strategie di ottimizzazione hanno l’obiettivo di aumentare le probabilità che un utente interessato alla nostra tipologia di prodotto ci trovi sui motori di ricerca. Tali tecniche sono molto più ampie e complesse di quanto accennato in questo articolo, ma il nostro obiettivo è tentare di spiegare i vantaggi dell’ottimizzazione SEO per le prenotazioni dirette di un hotel.

Scegli keyword efficaci

Le keyword sono parole o gruppi di parole che descrivono l’hotel. La loro selezione dipende dal posizionamento che vogliamo avere nella SERP dei motori di ricerca (per SERP si intende la parte dei risultati organici della pagina). Fa differenza ad esempio apparire tra i risultati per le parole “Hotel pet-friendly” e “Hotel vicino Piazza di Spagna“. Una volta scelte le parole chiave desiderate lo strumento per l’analisi delle keyword di Google può aiutare a valutare le migliori combinazioni in termini di prestazioni e volumi di ricerca.

Oltre ad essere presenti nei contenuti delle pagine (facendo attenzione ad evitare il cosiddetto keyword stuffing, ovvero l’abuso di parole chiave) le keyword devono essere inserite nel tag Title delle pagine e ognuna deve avere le sue keyword seguendo la strutturaKeyword primaria | Nome Hotel | Keyword secondaria“.

Contenuti rilevanti e di qualità

Una volta i copy creavano testi in base alle parole chiave, producendo testi spesso difficili da leggere. Oggi le cose sono cambiate e pur essendo importante inserire le parole chiave nei contenuti, i testi hanno come obiettivo principale quello di essere leggibili e di qualità agli occhi dell’utente finale, portando a un naturale aumento dell’indicizzazione nei motori di ricerca.

I contenuti saranno diversi quindi in un hotel per famiglie da uno di lusso. In quest’ottica è importante creare testi ricchi di informazioni utili agli occhi del nostro ospite di riferimento, mantenendo tag e descrizioni accurate e descrittive rispetto ai contenuti pubblicati.

L’importanza della rilevanza

Avere un sito informativo e ben strutturato rappresenta un ottimo punto di partenza, ma c’è molto altro da fare. Tuttavia è importante operare affinché sia evidente anche la rilevanza per i motori di ricerca. Ecco due fattori importanti secondo quanto riportato da Shaz Memon di eHotelier:

  • Link rilevanti: ricevere link in entrata da siti autorevoli spingerà Google a considerare il sito dell’hotel altrettanto autorevole. In questo senso è consigliabile contattare l’aeroporto locale, associazioni turistiche e siti di eventi pubblici per effetuare scambio di link;
  • Schede My Business: gran parte dei motori di ricerca presenta una funzione chiamata My Business (in questo caso si tratta del servizio di Google). Si tratta di schede che le aziende possono compilare per comunicare l’autenticità e l’autorevolezza dell’azienda.

Incentiva le prenotazioni dirette

Una volta terminato il lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca e attirati i visitatori sul sito sarà importante incoraggiarli a prenotare direttamente invece di passare attraverso le OTA. Questo può essere fatto:

  • Rendendo il processo di prenotazione rapido e semplice;
  • Assicurando la migliore tariffa garantita;
  • Creando programmi fedeltà che offrano sconti e vantaggi esclusivi per chi prenota direttamente;
  • Offrendo vantaggi come upgrade gratuiti, colazione inclusa o transfer verso l’aeroporto;
  • Pubblicando fotografie di qualità professionale di camere, esterni e servizi;
  • Utilizzando promo code per offrire sconti durante il checkout senza violare la parity rate.

Oltre a comunicare i vantaggi sul sito ufficiale è indispensabile sfruttare i canali social per aumentare la visibilità dell’hotel e stabilire una connessione emotiva con i propri visitatori. Questo permetterà non solo di avere un canale preferenziale in cui pubblicare offerte, pacchetti o eventi, ma anche per migliorare la brand reputation della struttura.

Scritto da:

Pubblicato il: 19 Aprile 2016

Filed Under: Approfondimento, Guida

Visite: 1939

Tags: , , , ,

Lascia un commento