Il funnel di vendita: attrai e conquista

Riprendiamo da dove avevamo lasciato nell’ultimo articolo, ossia l’importanza di integrare, nel modo migliore possibile, la dotazione tecnologica con l’organizzazione aziendale. 

Per ottimizzare il funnel di vendita, individuando il giusto equilibrio tra efficacia ed efficienza, devi offrire al potenziale ospite quanti più argomenti di approfondimento possibili, con le modalità più congeniali al tuo cliente tipo e molteplici strumenti di conversione, il personale su tutti. 

L’esperienza di navigazione e scelta

Il sito web è strategico, non smetteremo mai di ripeterlo. Rappresenta la cartina al tornasole quando dalle OTA hai ottenuto quei tre o quattro nomi di strutture in una determinata destinazione. 

Se non hai il sito sei già automaticamente scartato e se non è attraente forse riesci a strappare la prenotazione sulla OTA di provenienza o sul metamotore.

Per velocizzare il processo di prenotazione o vendita, devi rendere l’esperienza di navigazione una vera e propria calamita, ma se parliamo di esperienza generale devi capire che questa non si limita al web. 

Se la tua arma in più è quella personalizzazione che gli intermediari non possono dare, allora assicurati di comunicarlo nel modo corretto.

Un booking engine serve a prenotare il proprio soggiorno, un virtual concierge a vendere i servizi ancillari, ma la realtà è che, prima di tutto, producono per il lettore le informazioni chiave. 

Non solo quelle necessarie per perfezionare l’acquisto, ma anche quelle in grado di stimolare e convincere. 

Il tuo booking Engine è troppo macchinoso? Tanti passaggi e poche opportunità di personalizzazione? È un collo di bottiglia. 

Il tuo e-shop non ti permette di creare pacchetti, voucher ed esperienze facilmente acquistabili online? È un collo di bottiglia. 

Pensa sempre che una vendita diretta non proviene solo dal tuo booking engine, proprio per questo devi sfruttare tutti i tuoi strumenti di vendita online per proporre offerte ed esperienze che rimangano impresse nella mente del potenziale ospite. 

Torniamo a dire che la scelta e la conoscenza del tuo ospite ideale è una condizione necessaria per produrre offerte realmente attraenti, ma anche la tecnologia, con l’intelligenza artificiale in prima linea, aiuta. 

Prova a tracciare l’origine di una prenotazione telefonica. 

Chiedi dove ti hanno conosciuto e monitora il tempo di conversione del lead. 

Tra i tanti KPI utili, questo è sicuramente uno dei più importanti per determinare se il tuo personale è debitamente formato a gestire una telefonata dal punto di vista commerciale. 

Attento, dal contatto umano la palla ripassa alla tecnologia. 

Hai uno strumento di creazione rapida (ed elegante) di preventivi? È semplice da usare quanto chiaro da leggere? Perché anche questo incide sul tempo di conversione, al pari della grafica e della chiarezza di informazioni che garantisci al lettore. 

Devi avere molteplici canali di comunicazione per attrarre e trattenere, ma anche offrire  modalità diverse per perfezionare prenotazioni ed acquisti. Ripercorri l’esperienza di acquisito o, meglio ancora, falla sperimentare ad una terza persona, possibilmente in target. 

Cerca di capire dove il processo subisce rallentamenti e i motivi per i quali succede. 

Questo è sicuramente un buon inizio per iniziare ad ottimizzare il funnel. 

Vuoi conoscere il tuo potenziale di vendita partendo dal tuo sito web?

Contatta subito i nostri esperti!

Scopri di più!

Scritto da:

Pubblicato il: 19 Dicembre 2022

Filed Under: Approfondimento, Guida, News, Turismo, Web Marketing

Visite: 460

Tags: , , ,

Lascia un commento