Gli albergatori europei lanciano la campagna “Book Direct” per le prenotazioni dirette

Sulla falsariga della campagna “Fatti Furbo” di Federalberghi, l’industria europea dell’ospitalità lancia l’iniziativa “Book Direct” per invitare i clienti a prenotare direttamente.

La Hotrec, associazione europea delle imprese alberghiere e della ristorazione, ha lanciato ufficialmente Book Direct, una campagna per sensibilizzare i clienti e invitarli a prenotare direttamente presso le strutture ricettive senza passare attraverso le OTA, che notoriamente costano agli hotel altissime commissioni.

L’obiettivo di questa iniziativa è quella di convincere i viaggiatori a prenotare attraverso il canale diretto degli hotel, composto principalmente da sito web ufficiale, email, social media o attraverso un contatto telefonico diretto con la struttura. Per partecipare alla campagna gli alberghi dovranno apporre il logo Book Direct (tradotto in 17 lingue) sul materiale informativo e promozionale di coloro che sceglieranno di aderire.

bookdirect_doorhanger

Oltre ad aiutare le strutture ricettive stesse, secondo la Hotrec i clienti che prenoteranno direttamente potranno contare su una serie di vantaggi rispetto alla prenotazione su una OTA:

Se prenoti direttamente, hai sempre un contatto diretto e immediato con il fornitore del servizio. Grazie al contatto diretto tutte le tue richieste specifiche possono essere discusse e chiarite in maniera confidenziale ed efficiente. […] Il contatto diretto ti permette inoltre di ricevere informazioni dettagliate su: disponibilità, richieste specifiche, offerte speciali esclusive e servizi aggiuntivi.

Come la campagna “Fatti Furbo” di Federalberghi, “Book Direct” della Hotrec vuole tentare di contrastare il sempre maggiore potere delle agenzie di viaggi online, impegnate in una disputa sulle clausole di parity rate in svariati paesi europei. Mentre in Francia la legge Macron ha legalmente vietato clausole di parità tariffaria, in Italia il dl concorrenza, che prevede l’abolizione della parity rate, è al vaglio del Senato e deve ancora essere approvata definitivamente.

Appare evidente come l’industria alberghiera stia cercando di arginare le OTA e di riprendere il possesso della propria indipendenza imprenditoriale.

Scritto da:

Pubblicato il: 18 Dicembre 2015

Filed Under: OTA, Prenotazioni online

Visite: 4970

Tags: , , ,

Lascia un commento