Tutto quello che c’è da sapere per gestire un hotel nei periodi di crisi

Quando la domanda turistica è alta è possibile nascondere un’eventuale gestione tariffaria errata, tuttavia è proprio nei periodi di crisi che strategie di marketing e revenue sbagliate possono far soffrire un hotel.

E’ proprio nei periodi di crisi che una sbagliata gestione può provocare una riduzione dell’occupazione e ridurre il RevPAR, portando ad un inevitabile abbassamento delle tariffe. Oltre a ridurre il fatturato dell’albergo, un abbassamento tariffario basato sulle riduzioni degli hotel concorrenti può seriamente danneggiare il mercato.

Ecco perché una corretta strategia è indispensabile per gestire una struttura ricettiva nei periodi di crisi. Per questo vi proponiamo alcuni consigli proposti da nSight.

1. Tieni d’occhio la concorrenza ma aspetta prima di seguirla

Spesso quando un mercato subisce un cambiamento gli addetti alla gestione tariffaria degli hotel tendono a preoccuparsi e a sacrificare la tariffa per mantenere un alto livello di occupazione, ma molte volte un abbassamento tariffario non è giustificato. Si tratta di una decisione presa in previsione di un abbassamento delle prestazioni che può richiedere anni di ripresa.

Per evitare un abbassamento delle tariffe, gli albergatori devono osservare non solo la competizione, ma anche il mercato e i consumatori, per attuare una corretta gestione tariffaria strategica.

2. Non prendere decisioni in base alle sensazioni o sugli storici

In uno scenario economico in evoluzione è importante prendere decisioni diversamente e con un atteggiamento più attivo. Per usare le parole di nSight, “Domani non sarà come ieri” ed è quindi impossibile utilizzare le informazioni di ieri per prendere decisioni che riguarderanno domani.

I trend di viaggio dei clienti per il proprio mercato di riferimento rappresenta una valida indicazione per prevedere la richiesta futura. Valutazioni basate su informazioni storiche sono per definizione obsolete, soprattutto in uno scenario in cui i consumatori sono costantemente connessi e hanno la possibilità di accedere a una varietà di scelte aggiornata in tempo reale su dove soggiornare.

Ecco quindi quali sono i vantaggi offerti da dati validi:

  • Evidenziano picchi o cali di domanda per date di arrivo;
  • Permettono di conoscere l’impatto di cambiamenti tariffari sui livelli di della domanda turistica futura;
  • Valutare la necessità di svolgere operazioni di marketing o di revenue per aumentare la domanda.

3. Conosci il tuo ospite meglio della concorrenza

Conoscere il proprio target di riferimento può aiutare ad aumentare le prenotazioni online. Quali sono allora le informazioni più importanti da conoscere indipendentemente dalle condizioni di mercato? E quali sono le strategie da attuare?

  • Comprendere le abitudini di acquisto e di viaggio di un ospite;
  • Conoscere in che modo gli utenti cercano e prenotano presso la nostra struttura online. Se le prenotazioni arrivano principalmente dalle OTA e non dal sito diretto, come posso migliorare?
  • Personalizzare i contenuti e le strategie di marketing online in base agli interessi e alle abitudini del proprio pubblico.

Appare chiaro quindi quanto una corretta strategia di gestione alberghiera possa essere importante per affrontare in modo efficace anche periodi di crisi senza farsi prendere dal panico.

Scritto da:

Pubblicato il: 29 Ottobre 2015

Filed Under: Approfondimento, Guida, Revenue Management

Visite: 2850

Tags: , , ,

Lascia un commento