Come interagire con gli ospiti in hotel attraverso i Social Media

Il fatto che i social media siano diventati una risorsa importante per mettere in contatto potenziali clienti con gli hotel è ormai un dato di fatto, ma oltre ad attirare gli ospiti prima della prenotazione possono anche favorire l’interazione con i clienti anche durante il soggiorno.

Abi Mandelbaum, CEO di YouVisit, ha proposto alcuni interessanti spunti per utilizzare i social media per interagire con gli ospiti durante il soggiorno, costruendo così un importante canale di marketing per aumentare l’affinità con il brand e la fidelizzazione dei viaggiatori. Ecco alcuni metodi semplici ma efficaci per rendere unici i soggiorni degli ospiti:

Creare delle bacheche “social”

Il desiderio di comunicare è un processo che sta alla base dell’interazione tra esseri umani, ma spesso riuscire a spingere gli ospiti a comunicare durante il soggiorno in hotel può essere un compito arduo. In questo senso il Four Seasons Dallas ha ideato una tattica interessante per superare questo ostacolo attraverso i cosiddetti “Social Walls” nella lobby dell’albergo in occasione della festività del 4 luglio.

social_walls_four_seasons_dallas

Uno degli schermi dei “Social Walls” del Four Season Dallas

In sostanza queste bacheche erano composte da grandi schermi che mostravano i post sui social network degli ospiti della struttura. Attraverso la loro implementazione, il Four Seasons Dallas è riuscito a rispondere al desiderio degli ospiti di conoscere gli altri viaggiatori nella struttura e di farsi conoscere attraverso i social network. Il risultato? Entro la fine della festività l’hotel venne menzionato in oltre 243.000 conversazioni sui social, raggiungendo oltre 100.000 utenti su svariate piattaforme.

Un’idea simile è stata implementata dal 1888 Hotel in Australia attraverso degli schermi che mostravano immagini dell’hotel pubblicate su Instagram dagli ospiti, con tanto di area “selfie” all’interno della struttura.

Prenotazioni con gli Hashtag, ma non solo

Alcuni brand alberghieri, tra cui Trump e Loews, permettono ai propri ospiti di prenotare le camere attraverso i profili social delle strutture. Nello specifico Trump consente di prenotare da Facebook, mentre Loews offre il medesimo servizio su Twitter attraverso l’hashtag ufficiale “#bookloews”.

loews_book_hashtag

Il tweet di Loews in cui invita gli ospiti a prenotare con il suo hashtag ufficiale

Naturalmente limitare le potenzialità dei social alla possibilità di prenotare è forse un po’ riduttivo in quanto le strutture ricettive potrebbero sfruttare le loro potenzialità per consentire agli ospiti di effettuare check-in, check-out o richiedere il servizio in camera attraverso un apposito hashtag.

In questo articolo proponiamo solo alcune possibili soluzioni per favorire l’interazione con gli ospiti durante il soggiorno in una struttura ricettiva ma i social media rappresentano una risorsa con enormi potenzialità per gli hotel interessati a sfruttare al massimo le loro funzionalità per fidelizzare i propri ospiti.

Scritto da:

Pubblicato il: 21 Agosto 2015

Filed Under: Guida, Social Media, Web Marketing

Visite: 2287

Tags: , , , ,

Lascia un commento