Federalberghi: Roscioli contro abusivismo e tassa di soggiorno a Roma

In occasione dell’Albergatore Day di quest’anno Giuseppe Roscioli ha colto l’occasione per affrontare alcuni temi importanti dell’ospitalità romana, sottolineando le criticità relative a tassa di soggiorno e e abusivismo.

L’allarme lanciato da Roscioli e riportato da RomaToday riguarda appunto il dilagante abusivismo nella città di Roma, evidenziando la gravità del fenomeno:

Il Comune di Roma ha emesso autorizzazioni a vario titolo, quindi alberghi, affittacamere e b&b, per circa 8.800 unità. Solo sul sito Airb&b figurano circa 24.000 inserzionisti che magari potrebbero avere uno o due appartamenti. La differenza è il sommerso che ha la città di Roma.

I dati

Stando ai dati mostrati durante l’intervento di Roscioli, nel 2016 il portale turismoillegale.com ha ricevuto 1.251 segnalazioni e sul 50% di esse sono state riscontrate delle irregolarità, portando alla denuncia di 70 persone per mancata comunicazione degli ospiti.

Tassa di soggiorno

Un altro tema affrontato è stato proprio quello della tassa di soggiorno:

Roma ha la più alta di tutta Europa, considerando che città come Londra non ne hanno affatto. Quindi come media è altissima. Non solo, ha anche la tassa sui pullman turistici, cosa che altre città non hanno. Sicuramente non siamo i più competitivi.

Non è d’accordo con le critiche sulla tassa di soggiorno l’assessore al Commercio Adriano Meloni, secondo cui non ci sarebbero segni di danni all’economia del turismo dovuti all’entità della tassa e non ci sarebbero, quindi, i presupposti per cambiarla.

Scritto da:

Pubblicato il: 3 Febbraio 2017

Filed Under: News

Visite: 1496

Tags: , , , ,

Lascia un commento