Facebook introduce il tasto “Chiama ora”: un’opportunità per l’hotel

I social network possono rappresentare una grande opportunità per gli hotel, visto l’enorme pubblico potenzialmente raggiungibile. Per questo una nuova funzione introdotta da Facebook potrebbe tornare molto utile alle strutture ricettive interessate a disintermediare: parliamo del nuovo pulsante “Chiama ora”.

Facebook, forse più di ogni altro social network, rappresenta un’enorme risorsa per gli hotel, soprattutto vista la sempre maggiore importanza della community e delle condivisioni sul web per il successo e la visibilità di una struttura ricettiva interessata a raggiungere un pubblico più ampio possibile. Il social network di Mark Zuckerberg ha infatti introdotto un nuovo pulsante Call to Action che permetterà agli hotel di aumentare il numero di conversioni verso il canale diretto telefonico. Stiamo parlando del tasto “Chiama ora“.

chiama_ora_facebook

Come potete vedere nell’immagine presente nell’articolo, il nuovo pulsante “Chiama ora” permette all’utente di contattare direttamente l’azienda inserzionista – in questo caso un hotel, ad esempio – attraverso il proprio smartphone. Questo troverà la sua posizione nei post delle inserzioni, offrendo agli utenti del social network di trovare il numero della struttura e di chiamarla senza dover uscire da Facebook ed effettuare altre ricerche sui motori di ricerca, riducendo la possibilità che questi possano abbandonare la ricerca tra un passaggio e l’altro.

11057086_832546426782405_1954958581_n

Il principio si basa sulla necessità di offrire informazioni immediate, senza obbligare gli utenti a svolgere più passaggi per trovare il dato di loro interesse, come ad esempio il numero di telefono di un hotel.

Attenzione: questa funzione è disponibile soltanto per le inserzioni con l’obiettivo “Popolarità nella zona“, ma è possibile che in futuro venga ampliata anche ad altre tipologie di inserzioni.

Si tratta sicuramente di un’opportunità da cogliere al volo per gli hotel attivi su Facebook, nonostante sia sicuramente necessario svolgere dei test per verificare l’effettiva efficacia di questa nuova Call to Action. 

 

Scritto da:

Pubblicato il: 12 giugno 2015

Filed Under: News

Visite: 3206

Tags: , , ,

Lascia un commento