Expedia affronta Airbnb con l’acquisizione di HomeAway

Airbnb è diventato un vero e proprio fenomeno nel settore dei viaggi online tanto da essere considerato una minaccia per hotel e OTA. Proprio per questo sembra che Expedia abbia acquisito HomeAway per prepararsi ad una battaglia con l’azienda di San Francisco.

Expedia ha recentemente annunciato di aver comprato HomeAway per 3.9 miliardi di dollari. Nonostante la OTA sia nota da tempo per le sue acquisizioni, la scelta di acquisire HomeAway segnala ancora una volta l’esponenziale crescita di Airbnb e la volontà delle agenzie di viaggi online di non farsi trovare impreparate davanti alla concorrenza dell’azienda di San Francisco specializzata nei soggiorno brevi.

HomeAway gestisce diversi siti di affitti di case vacanze ed è considerato da molti un’alternativa ad Airbnb e grazie alla suddetta acquisizione, Expedia otterrà la tecnologia necessaria per aumentare la qualità e quantità di servizi offerti ai propri utenti, fornendo una vera e propria alternativa ai soggiorni in hotel.

Abbiamo da tempo messo gli occhi su questo mercato alternativo da 100 miliardi di dollari – ha dichiarato Dara Khosrowshahi di Expedia -, costruendo negli ultimi anni una partnership con HomeAway, leader globale negli affitti di case vacanza. Portare HomeAway nella famiglia Expedia e aggiungerlo nel nostro portfolio di brand nel settore travel è un passaggio logico.

Nonostante HomeAway offra un servizio diverso da Airbnb, la grandezza di Expedia e le risorse a sua disposizione le permetteranno di investire per tentare di contrastare Airbnb nelle città principali.

La decisione di Expedia evidenzia quindi il timore che Airbnb possa diventare una vera e propria minaccia per le OTA, spingendo gli esperti a supporre che il servizio – rappresentativo della sharing economy – sia destinato a diventare un canale di distribuzione per gli hotel.

Non è più una questione di sapere se le camere dell’hotel saranno vendute su questo nuovo canale – ha dichiarato Del Ross di Noctober Value Partners – la questione è chi sarà il primo.

Scritto da:

Pubblicato il: 8 Gennaio 2016

Filed Under: News

Visite: 2387

Lascia un commento