Email Marketing per Hotel: 5 consigli per aumentare i tassi di risposta

Le attività di Email Marketing rappresentano una parte integrante di qualsiasi strategia di marketing online e riuscire a creare delle email avvincenti può essere un compito difficile. Tuttavia riuscire a superare le sfide principali di questo genere di attività non potrà fare altro che aumentare l’interazione con i propri ospiti e aumentare potenzialmente prenotazioni dirette e molto altro.

Riuscire a creare email accattivanti e vincenti può essere una dura sfida, per questo vi proponiamo 6 interessanti consigli pubblicati da Revinate.

1. Scrivi in modo semplice

Uno studio condotto da Boomerang ha rilevato che le email scritte in modo semplice erano quelle con il miglior tasso di engagement da parte dei lettori, superando significativamente i risultati ottenuti da email scritte in modo più complicato e forbito. Naturalmente lo stile e la complessità del messaggio dipenderà principalmente dal proprio pubblico di riferimento ed è in quest’ottica che risulta fondamentale conoscere al meglio il proprio target.

2. Trasmetti emozioni

Un altro fattore importante è l’emotività del messaggio, ovvero la quantità di parole positive o negative. Secondo quanto rilevato da Boomberang infatti le email moderatamente positive o negative hanno ricevuto un tasso maggiore di risposte rispetto a email completamente neutrali.

Ciò significa che durante la creazione di un messaggio è importante valutare l’inserimento di parole dotate di una connotazione positiva e non totalmente neutrali, evitando tuttavia di esagerare. Nonostante in alcuni settori possa essere utile ricorrere a parole negative, il settore alberghiero ha la necessità di veicolare emozioni positive in grado di stabilire una connessione con il lettore.

3. Sii breve

Stando alle osservazioni di Boomerang la lunghezza ideale del contenuto di una email dovrebbe essere tra 50 e 125 parole, portando a tassi di risposte superiori al 50%. Considerando il costante bombardamento di email a cui quotidianamente i nostri lettori vengono sottoposti, l’ideale è riuscire a veicolare il proprio messaggio nel minor tempo possibile, evitando che quest’ultimo si stanchi e chiuda l’email prima di terminarne la lettura. 

4. Usa frasi brevi come oggetto delle email

Una parte fondamentale delle attività di email marketing è effettuare test sull’oggetto delle email per assicurarsi che gli invii abbiano alti tassi di risposte. Come evidenziato da Boomerang, gli oggetti delle email dovrebbero contenere solo 3-4 parole per ottenere alti tassi di risposta. E’ in ogni caso fondamentale evitare di lasciare vuoto il campo dell’oggetto.

5. Prova a porre delle domande

Lo studio proposto ha rilevato che le email contenenti delle domande avevano il 50% di probabilità di ricevere risposta rispetto a quelle prive di qualsiasi domanda. Si tratta di un approccio molto particolare, che nel caso di un hotel potrebbe essere sfruttato per proporre pacchetti o offerte a ospiti che hanno soggiorno in periodi differenti dell’anno. Ad esempio:

Gentile[nome ospite],

Siamo felici che tu sia stato bene da noi per la tua settimana bianca, ma siamo curiosi: cosa ti piace fare in estate?

A questo punto l’email potrebbe includere link e fotografie a pacchetti o offerte speciali per il periodo estivo, creando i presupposti per un possibile ritorno dell’ospite.

Pur trattandosi di una pratica complessa riuscire a sfruttare al meglio campagne email nelle proprie attività non potrà fare altro che migliorare l’interazione con l’ospite e aumentare potenzialmente le prenotazioni dirette.

Scritto da:

Pubblicato il: 21 Febbraio 2019

Filed Under: Guida

Visite: 1947

Tags: , , ,

Lascia un commento