Ecco come capire se il tuo hotel ha bisogno di un nuovo sito web

Questo è il periodo in cui la maggior parte degli hotel riceve hanno la possibilità di rifiatare, di conseguenza si ha più tempo per pensare e delineare il budget di spesa in relazione agli investimenti da intraprendere per il nuovo anno.

Uno dei più importanti investimenti che potete compiere è la realizzazione (o l’ottimizzazione) di un sito web, strumento tramite il quale avete l’opportunità non soltanto di aumentare le prenotazioni dirette ma anche i margini di profitto. È allo stesso tempo importante capire se sia realmente il caso di investire parte del budget in un nuovo sito.

Ottimizzare l’usabilità e le conversioni

Dovreste prendere in considerazione l’ottimizzazione del sito web dell’hotel qualora le conversioni del portale si aggirino tra l’1,5 e il 2 per cento e contribuiscano meno del 20 per cento riguardo al dato delle prenotazioni dirette.

Il lavoro di ottimizzazione del sito dovrebbe essere indirizzato a una sua migliore usabilità da parte degli utenti, oltre a un’analisi approfondita del perché il sito non porti un numero accettabile di conversioni in termini percentuali.

Promuovere la struttura e la location

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione se decidete di ottimizzare il sito è la promozione della struttura ricettiva e della location. A tal riguardo, l’utilizzo dei social media riveste un ruolo fondamentale, visto che molti potenziali clienti usano proprio Facebook e Instagram per vedere in anticipo gli interni dell’hotel e l’ambiente intorno alla struttura.

Non dimenticate nemmeno di pubblicare alcuni post sul sito web dove informate gli utenti sulle attività che possono svolgere durante il loro soggiorno.

Ispirare i viaggiatori

Un elemento spesso ignorato dagli albergatori, ma che in realtà gioca un ruolo molto importante nel processo di prenotazione da parte dei potenziali clienti, è costituito dalla pubblicazione di foto di qualità sul sito ufficiale dell’albergo, che riescano a entrare nella testa dei viaggiatori e creare in loro delle aspettative positive, le quali dovranno poi essere confermate al loro arrivo.

Oltre alle foto di qualità è importante inserire sul sito contenuti inediti, scritti dallo staff dell’hotel e non da persone che nemmeno conoscono la struttura.

Monitorare la concorrenza

Cambiare impostazione al sito web dell’hotel diventa quasi obbligatorio se vi accorgete che i portali degli alberghi locali concorrenti compiono un lavoro migliore del vostro. È dunque fondamentale monitorare la concorrenza, così da avere una panoramica completa su dove è preferibile intervenire e migliorare lo spazio web.

Offrire un servizio migliore delle OTA

Se volete migliorare le prenotazioni dirette, vale a dire quelle eseguite dagli utenti tramite il sito ufficiale dell’hotel, dovete verificare che il portale offra agli utenti un servizio migliore rispetto a quanto già non facciano le varie OTA del loro settore. Un’altra cosa importante: siate onesti con voi stessi e rispondete in maniera sincera, monitorando anche l’engagement dei profili social ufficiali dell’hotel.

Offrire una booking-experience migliore

Un ulteriore dettaglio da prendere in considerazione quando siete in dubbio se rinnovare o meno il sito online dell’hotel è rispondere alla seguente domanda: ‘la booking-experience del mio sito è migliore rispetto alla concorrenza?’ Se la risposta è negativa, il consiglio è di rendere più semplice possibile l’esperienza utente, affinché possa essere paragonata dagli utenti a quella offerta dalle OTA più famose (ad esempio Booking.com). La maggior parte dei viaggiatori preferisce infatti prenotare tramite le OTA perché la loro piattaforma online è più facile da usare.

Mobile experience

Molte prenotazioni oggi vengono completate su smartphone e tablet, una logica conseguenza del numero sempre più alto di ricerche tramite dispositivi mobili (di gran lunga superiori rispetto a quelle eseguite con il computer).

Per questo motivo, è importante che vi chiediate se il sito offra la stessa esperienza di utilizzo su mobile e su desktop. Se ancora non ci avete pensato, aggiornate il tema del sito con uno responsive, capace di adattarsi in maniera automatica alla dimensione dello schermo del dispositivo utilizzato dai potenziali clienti.

Offrire un valore unico

Il sito dell’hotel riesce a offrire un valore unico rispetto alla concorrenza? Se la risposta è sì, non c’è alcun bisogno di intervenire. Se, invece, la risposta al quesito è negativa, dovete migliorare questo punto. Domandatevi anche perché un utente dovrebbe prenotare sul sito dell’albergo anziché sulle OTA o sui portali di hotel concorrenti della medesima area geografica, agendo poi di conseguenza. L’obiettivo da raggiungere è offrire un valore unico ai futuri clienti.

Definire un budget per l’ottimizzazione del sito

Se avete deciso che è arrivato il momento di ottimizzare il sito web dell’hotel, il passo successivo è la definizione di un budget massimo da investire per portare a termine l’operazione. A questo proposito, è importante pensare ai soldi da destinare all’ottimizzazione del sito come un investimento e non una spesa.

Pensare sul medio-lungo termine

I risultati non saranno immediati, occorrerà del tempo prima che possiate notare miglioramenti apprezzabili. Dunque, il consiglio è di pensare sul medio-lungo termine, senza farvi prendere da giudizi troppo affrettati. Soltanto essendo pazienti e dando fiducia al lavoro compiuto il ritorno dell’investimento sarà possibile.

Se siete convinti di quello che avete letto in questo articolo ma non avete idea di come agire per ottimizzare il vostro sito per la vendita diretta, non attendete oltre, richiedete informazioni per i servizi di consulenza di HotelNerds!

SCOPRI LA CONSULENZA DI HOTELNERDS

Scritto da:

Pubblicato il: 20 Settembre 2019

Filed Under: Guida, Prenotazioni online

Visite: 250

Tags: , , ,

Lascia un commento