Giubileo 2016 – questo sconosciuto!

È da qualche settimana che Papa Francesco ha annunciato l’apertura dell’Anno Santo dedicato alla Misericordia che inizierà l’8 dicembre 2015 e terminerà il 26 novembre del 2016. La prima cosa che ci viene in mente è che anche Papa Francesco fa la sua parte per il rilancio dell’economia attraverso una mossa degna dei più grandi esperti di marketing.

Dopo soli 38 giorni dal termine della manifestazione precedente – Expo – sembra tutto studiato a tavolino, il giusto tempo di decantazione tra un evento e l’altro. Ma tralasciamo la candidatura di Papa Francesco al premio Nobel per l’Economia.

Non c’è dubbio alcuno che l’evento possa e debba essere letto come un evento positivo per la città di Roma, in un momento in cui tutti abbiamo voglia di vedere l’uscita dal tunnel, immaginiamo cosa possa significare un movimento previsto di circa 25Mln per il “semplice” contributo di soggiorno, per il commercio, per il turismo, ecc..

Ma siamo in grado di affrontare i turisti ed i pellegrini che durante il Giubileo verranno nella nostra città?

Certo che siamo in grado di accogliere questi ospiti! Ma ricordare gli errori che abbiamo fatto nel passato ci aiuterà sicuramente a ragionare in modo più attento ed oculato in questa occasione.

Chi ricorda il Giubileo del 2000? Chi ricorda le Esequie di Giovanni Paolo II°? Chi ricorda le elezioni di Papa Benedetto XVI° e Papa Francesco? Chi ricorda le Canonizzazioni, le Beatificazioni? Sono certo che tutti ricordiamo questi eventi.

Dobbiamo quindi prepararci all’evento nel migliore dei modi. Per prima cosa dobbiamo ricordarci che il viaggiatore che si muove durante il Giubileo, è un pellegrino, e come pellegrino non ha grandi esigenze di soggiorno in hotel stellati e soprattutto non ha un budget a disposizione per poter dormire in alberghi molto costosi.

Molti pellegrini che giungeranno a Roma durante il Giubileo saranno accolti in case religiose, che hanno oltre 200.000 posti letto disponibili. 200.000 posti letto!!!

Quindi evitiamo di speculare in modo estremo aumentando in modo indiscriminato le tariffe dei nostri alberghi. Facendo questo riusciremo ad intercettare la domanda in eccesso dovuta all’evento e avremo maggiori opportunità di dirottarla presso le nostre strutture.

In pratica evitiamo quanto accaduto nel 2011 in occasione della beatificazione di Giovanni Paolo II° e riportato in un servizio di Striscia la Notizia andato in onda all’epoca.

Speriamo che questa volta la Divina Provvidenza ponga la sua mano protettrice sopra le teste di chi, incoscientemente, rovina un mercato già complesso.

Buon Giubileo!

Scritto da:

Pubblicato il: 30 Marzo 2015

Filed Under: Articoli Nerd, Featured

Visite: 1864

Tags: ,

Lascia un commento