Connettività: il vostro albergo supera queste tre sfide?

L’Internet of things, l’automazione della camera, l’intelligenza artificiale e gli assistenti virtuali come Alexa di Amazon stanno registrando progressi nel settore alberghiero, ma nessuna di queste innovazioni è possibile senza una connettività sicura.

Non importa quanto lussuoso sia il vostro hotel, quanto sontuosamente prelibato sia il cibo del vostro ristorante o quanto rilassante sia la vostra spa, se non offre una connettività sicura per i clienti la vendita delle camere può diventare difficoltosa.

David Carnell, responsabile dell’ospitalità di A/NZ Alcatel-Lucent Enterprise, studia le nuove problematiche e tecnologie disponibili per consentire agli albergatori di fornire i servizi che gli ospiti si aspettano.

L’ospitalità è un settore connesso

Nel 2014, il 40% delle persone che viaggiavano per affari avevano tre o più dispositivi collegati poiché la tecnologia intelligente offre funzionalità di gran lunga maggiori alle persone in movimento. All’interno dell’hotel, gli ospiti si rivolgono alla tecnologia per informazioni e intrattenimento piuttosto che per i servizi alberghieri tradizionali ed è fondamentale che ciò avvenga in completa sicurezza.

Accesso sicuro al primo posto

Gli albergatori si rendono conto che per sviluppare la loro attività hanno bisogno di investire nella tecnologia. Secondo il Lodging Technology Study del 2017 il 57% degli alberghi sta progettando di aumentare gli investimenti,  il 42% invece intende mantenere stabile la spesa tecnologica.

La priorità principale è aumentare il coinvolgimento del cliente digitale in un ambiente sicuro e per questo motivo la mobilità e la connettività devono essere al centro della strategia di trasformazione digitale.

La connettività wireless è ora un elemento essenziale. Gli ospiti la sperimentano a casa, al lavoro e sempre più quando sono in movimento, quindi hanno grandi aspettative. Infatti, il Wi-Fi è così centrale per l’esperienza degli ospiti che solo il prezzo della camera si posiziona più in alto tra le loro priorità. Ma offrire il Wi-Fi è più che fornire semplice connettività su un dispositivo: è bilanciare accesso facile e sicurezza.

Sfida uno: wi-fi ottimale in tutto l’albergo

La gestione delle infrastrutture di rete, in particolare negli alberghi storici, è una delle prime considerazioni da fare. Vecchi edifici con pareti spesse o strutture in metallo rendono impossibile supportare la tecnologia nelle camere.

Un albergo che risale a 140 anni fa, Waldhaus Flims Alpine Grand Hotel & Spa in Svizzera ha riconosciuto questo problema, ma grazie all’utilizzo di punti di accesso (AP), le camere dell’hotel possono essere collegate tramite un unico cavo LAN. Questi punti di accesso specializzati fungono da “mini-switch” che garantiscono l’accesso ad Internet, telefonia ed intrattenimento video, solo con una portata molto più piccola. Dove è impossibile portare Ethernet la rete Wi-Fi può fornire la soluzione.

Con l‘IoT (Internet of things) l’automazione diventa legge ma la pressione crescente sulle reti per fornire una qualità ininterrotta di servizio agli ospiti comincia a diventare un problema.

Aggiungere altri punti di accesso in l’hotel non è un caso: disporre di una soluzione per garantire un accesso semplice e sicuro agli ospiti è necessario. Questa connettività semplificata ha bisogno di “seguire” l’ospite per i locali del vostro albergo, fornendo l’accesso ai servizi dove e quando ne hanno bisogno.

Sfida due: i servizi mobile dalla reception digitale al check-out

Un ospite che utilizza il centro benessere, il ristorante e la palestra alza l’asticella e la chiave per soddisfarlo è il suo dispositivo personale. Rendere possibile le prenotazioni dirette e offrire servizi attraverso lo smartphone prima che gli ospiti arrivino in hotel permette loro di risparmiare tempo. Questo tipo di esperienza personalizzata significa un migliore coinvolgimento per gli ospiti.

Ciò richiede un’interazione digitale tra i servizi (reception, ristorante, spa e altro)e oggi con le API (interfaccia di programmazione delle applicazioni) è sempre più facile integrare funzionalità vocali e messaggi direttamente con un’app.

Oltre a questo, i servizi basati sulla localizzazione possono offrire ai propri ospiti indicazioni per uno dei ristoranti del resort o permettono loro di sapere quali offerte sono disponibili quando si cammina vicino al centro benessere.

Il successo del coinvolgimento digitale in futuro sarà personalizzato in questo modo e i dati acquisiti saranno preziosi per gli albergatori nell’offrire servizi personalizzati e generare notifiche in base alle preferenze individuali.

Il mobile non è solo per gli ospiti! Dietro le quinte di alberghi come il Buddha Bar Hotel a Parigi, i servizi mobile consentono al personale di essere contattato in qualsiasi luogo dell’albergo, rendendolo così più attento alle richieste degli ospiti. Aggiungete a questo le applicazioni che consentono ai dipendenti di comunicare istantaneamente la disponibilità della camera tramite un codice sul proprio dispositivo mobile oppure app che consentono di rispondere alle domande sulla manutenzione. Queste funzioni consentono un accesso più veloce ai visitatori e li faranno felici durante il loro soggiorno.

Sfida tre: assicurare le reti e contenere le minacce

Gli alberghi sono un obiettivo per gli hacker e ladri di dati. Gli hotel ed i locali devono essere accoglienti per gli ospiti ed i loro dispositivi. Con tanti dispositivi mobile, portatili ed IoT connessi, bilanciare l’accesso degli ospiti, mantenere sicuri i dati, le funzioni alberghiere ed i servizi di back-end sono questioni fondamentali.

I container e i PAN (Personal Area Network) forniscono la soluzione: uno dei principi fondamentali per costruire una rete sicura è la tecnologia di containerizzazione. Questo è un metodo per creare ambienti isolati virtualmente in una singola rete convergente. L’idea è di raggruppare i dispositivi connessi con una funzione comune ed i rispettivi utenti autorizzati in un unico contenitore IoT virtuale. Ad esempio, il “contenitore di accesso ospiti” funge da rete in cui gli ospiti non possono vedere o interagire con i dispositivi all’interno del contenitore stesso. All’interno di ogni container è possibile riservare o limitare la larghezza di banda, privilegiare il traffico e bloccare le applicazioni indesiderate.

A mano a mano che la connettività cresce e con tanti dispositivi nelle camere, è necessario considerare che ogni ospite possa interagire con: smart TV, assistenti di stanza intelligenti o controllo del climatizzatore.

Gli alberghi non solo hanno bisogno di offrire una migliore esperienza mobile, ma anche una mobilità più intelligente. L’integrazione di un dispositivo per gli ospiti attraverso applicazioni e servizi su misura è solo l’inizio del processo: gli albergatori devono aggiungere un tocco personale alle loro offerte tecnologiche e ciò significa migliorare l’esperienza degli ospiti con servizi che trasformino l’IoT in un’esperienza ospitale. Ma bisogna essere anche altamente consapevoli dei rischi digitali, per cui è fondamentale che la sicurezza sicurezza della connettività sia una priorità.

Scritto da:

Pubblicato il: 27 settembre 2017

Filed Under: Approfondimento, Guida

Visite: 2044

Tags: , , , ,

Lascia un commento