Come ricevere più prenotazioni dai Millennial

Millennial rappresentano la generazione di viaggiatori più importante per gli hotel e il loro valore è destinato ad aumentare nel corso dei prossimi anni, dal momento che molti di loro formeranno una famiglia. Perche sono così importanti? Numerosi dati oggettivi sono la diretta testimonianza di come i viaggiatori appartenenti alle nuove geneazioni rappresentino il presente e il futuro potenzialmente più redditizio per le strutture ricettive, uno su tutti quello relativo ai viaggi di piacere: nessuno prenota in un anno tanti leisure travel quanti un Millennial.

A questo proposito, i proprietari di un hotel potrebbero pensare che i Millennial non appartengano al segmento dei viaggiatori business, coloro cioè che viaggiano per lavoro. In realtà le cose non stanno proprio così. Infatti, già oggi i Millennial rappresentano la maggioranza della clientela business: il 56 per cento di coloro che viaggiano per lavoro ha un’età compresa tra i 22 e 36 anni, la fascia d’età che corrisponde alla perfezione con l’identità dei viaggiatori della nuova generazione. A sostenerlo è la rivista Forbes, in occasione di una recente analisi di mercato.

Offrire vantaggi esclusivi

L’identikit dei turisti Millennial è soltanto all’inizio. A fornire ulteriori interessanti dettagli è direttamente Expedia, noto sito di viaggi online, che fuga qualsiasi dubbio circa la scarsa fedeltà dei vacanzieri più giovani. Infatti, pur ammettendo che non raggiungono il grado di fedeltà delle generazioni più datate, anche i Millennial hanno confermato in questi anni la propria consistenza.

Questo non è un dettaglio trascurabile agli occhi dei proprietari degli hotel più attenti, consapevoli di quanto sia importante il grado di fedeltà dimostrato dai propri clienti nel corso degli anni. Un altro particolare indispensabile da aggiungere alla narrazione sui Millennial viaggiatori riguarda gli eventuali vantaggi esclusivi di cui possono disporre i turisti più giovani durante la loro vacanza: se ad offrirli è lo stesso hotel dove hanno prenotato una camera per dormire, il grado di fedeltà nei confronti di quell’albergo cresce a dismisura. Da ciò è evidente quale sia l’importanza nell’offrire dei servizi/pacchetti esclusivi ai Millennial durante il loro soggiorno in hotel, al fine di ricevere non solo la loro gratitudine ma soprattutto di guadagnare la loro fiducia in previsione di una futura vacanza.

Puntare alla tecnologia

Il 75 per cento dei Millennial (3 su 4) completa la prenotazione tramite smartphone o tablet. Nonostante le percentuali siano nettamente a favore del mobile anziché del desktop, i turisti più giovani ci tengono a precisare che utilizzano ancora oggi numerose volte il computer. All’inizio può apparire un controsenso, in realtà non lo è. Dovete infatti pensare alla prenotazione dei Millennial come un percorso che all’inizio si basa sulla lettura dei travel blog e delle opinioni raccolte su piattaforme quali Booking e Tripadvisor, soltanto in un secondo momento poi si passa alla prenotazione, per la quale preferiscono utilizzare lo smartphone perché più comodo e immediato.

Cosa insegna tutto questo? Prima di tutto, il valore assoluto della presenza online con un sito ufficiale dell’albergo. All’interno del portale i viaggiatori si aspettano di avere una buona user-experience(esperienza utente), deve prestarsi dunque a una facile e veloce navigazione, riportando tutte le informazioni principali sui servizi offerti dall’hotel. In secondo luogo, è fondamentale inserire all’interno del sito web la possibilità di completare la prenotazione, sia nella versione desktop che nella versione mobile, permettendo agli utenti di gestire la prenotazione in autonomia.

Essere social (soprattutto su Instagram)

Secondo quanto riporta il sito MarketingDive, a seguito di una recente ricerca condotta proprio sui Millenial, il 66 per cento di loro afferma che si lascia influenzare da Instagram per la scelta della prossima destinazione. Si tratta di un’informazione preziosa, dal momento che vi fa capire quanto sia importante nel nuovo millennio essere social (soprattutto su Instagram).

Se ancora non ci avete pensato, create un profilo aziendale Instagram per il vostro hotel, sponsorizzando magari le esperienze uniche che proponete agli ospiti della struttura, come ad esempio un corso di cucina mirato alla conoscenza dei piatti locali o un’escursione personalizzata di alcune ore al mare o in montagna, in base alla località. Siate social fino in fondo, non limitate l’attività su Instagram soltanto alla semplice condivisione di foto e immagini ma rispondete anche agli eventuali commenti delle persone, creando così un legame da subito importante con decine/centinaia di potenziali nuovi clienti.

Scegliere il target giusto

I Millennial non sono tutti uguali. La fascia d’età in cui essi sono compresi, che generalmente va dai 22 ai 36 anni, include personalità e interessi diversi. Per voi albergatori, è indispensabile scegliere il target su cui desiderate puntare, avendo la consapevolezza di quale sia il loro valore indipendentemente dal segmento che scegliete. Volendo semplificare la ricerca, esistono due gruppi fondamentali: da una parte il gruppo che somiglia di più alla cosiddetta generazione Z (i nati dopo il 1995, ndr), dall’altra quello a cui appartengono i viaggiatori professionisti il cui lavoro ruota intorno alla tecnologia dell’informazione.

Il primo gruppo, che in molti accostano come personalità e interessi alla generazione Z, è composto da giovani viaggiatori che si lasciano ispirare da Instagram per le loro prossime destinazioni e che amano profondamente tutto ciò che concerne la tecnologia. Avere quindi un’idea chiara sulla scelta del target giusto rappresenta un passaggio assolutamente decisivo nell’ottica di una strategia finalizzare a ricevere più prenotazioni dai Millennial.

Capire l’importanza del concetto di flessibilità delle nuove generazioni

Una delle prime lezioni che dovete imparare dai Millennial è che, rispetto agli altri viaggiatori, sono flessibili. Non esiste per loro un viaggio uguale a un altro, per questo motivo il concetto di flessibilità è così importante, tanto per loro quanto per chi – come voi – vorrebbe intercettare i loro interessi. Corrisponde al vero che i turisti più giovani amano risparmiare, impostando un budget economico prima ancora di scegliere la loro meta.

È altrettanto vero però che gli stessi Millennial amano spendere di più, soprattutto se un hotel specifico garantisce benefit e vantaggi esclusivi che dimostrano di apprezzare e hanno ricevuto l’opinione positiva di più persone. In ultimo, ci sono i Millennial che amano vivere un’esperienza di viaggio come i locali e ci sono invece i Millennial che preferiscono fare tutte le attività più turistiche. Semplicemente, la generazione dei Millennial è sì la più importante dal punto di vista del business di un hotel, ma anche quella più difficile da inquadrare rispetto a tutte le altre generazioni.

Scritto da:

Pubblicato il: 5 Aprile 2019

Filed Under: News

Visite: 265

Tags: ,

Lascia un commento