Come aumentare le prenotazioni dirette e contrastare la parità tariffaria

Dai dati disponibili emerge che il tasso medio di conversione del sito web di un hotel, ovvero il rapporto tra prenotazioni del sito e visitatori mensili, è in genere inferiore al 2%. Su 100 persone che visitano il tuo sito web, meno di due completeranno una prenotazione e più di 98 si guarderanno intorno prima di partire per effettuare una prenotazione altrove, sia con i tuoi diretti concorrenti che sulle varie OTA.

Gli albergatori dedicano preziose risorse economiche in pubblicità, SEO, ricerche a pagamento e media online ma soprattutto in pubbliche relazioni e social media con l’obbiettivo di portare gli utenti a visitare il sito di proprietà del loro hotel. Tuttavia il 98% di loro non completa la conversione. Sulla base di alcune statistiche, risultato di ricerche approfondite scopriamo che il tasso medio di conversione varia tra il 2% e il 3,5%, ma alcuni hotel in Europa riescono a raggiungere anche il 9%.

Questi numeri sono molto bassi e ci fanno capire che c’è un grande divario da dover colmare. Un buon modo per ottemperare a questa mancanza è senza dubbio la velocità con la quale un albergatore riesce a convincere l’utente a prenotare sul proprio sito web inducendolo a credere che prenotare la sua camera è la miglior opzione che ha in quel preciso momento; l’offerta di una colazione gratuita non è sufficiente e avere il miglior prezzo sul tuo sito non da garanzie: gli ospiti vogliono “una nuova esperienza di prenotazione”.

Come fai ad essere sicuro che quando le persone entrano nel tuo sito sito web prenotino direttamente? Ecco 3 modi per aumentare il tasso di conversione.

1. Qualità del sito e esperienza dell’utente

E’ incredibile come gli albergatori spesso non capiscano il ruolo cruciale che il sito web dell’hotel e la sua UX svolgono a favore della “salute generale” della loro struttura alberghiera.

Con oltre il 50% di visitatori attivi su smartphone è assolutamente necessario progettare un sito web responsive che gli permetta di visualizzare il tutto con chiarezza e che contenga Call to Action adeguate. Assicurati pertanto che il tuo sito web rispecchi le “tendenze” del momento.

Oltre a quanto accennato in precedenza rispetto agli aspetti tecnici, è necessario concentrarsi anche sull’avere contenuti di qualità ben differenziati: dovrai quindi lavorare sulla tua Unique Selling Proposition. Cosa ti rende diverso dal prossimo hotel e da tutti gli altri competitor? Hai un tipo di camera che non possiamo trovare su Booking.com? Ci sono servizi che possono essere trovati solo nel tuo hotel?

Le risposte a queste domande dovranno essere ben chiare e visibili proprio sul tuo sito, tenendo sempre a mente che gli ospiti sono alla ricerca di qualcosa di unico.

2. Sii competitivo sulle OTA per far approdare le persone sul tuo sito web

Un cliente su due visita il sito web dell’hotel visionato precedentemente su una OTA. Assicurati di essere competitivo o almeno in linea con il tuo con i tuoi competitor, in modo tale da poter apparire in graduatoria OTA nel moneto in cui l’utente effettua una ricerca. In questo modo aumenterai le probabilità che quei potenziali clienti approdino sul tuo sito web.

3. Differenziare la tua struttura nel web e puntare sulla personalizzazione

Nonostante la parità tariffaria sia stata resa illegittima in molti paesi (tra cui l’Italia), molte strutture scelgono di mantenerla per non rischiare di perdere visibilità sulle OTA. Esistono quindi alcune strategie alternative per rendere il sito il canale più economico e vantaggioso agli occhi dei viaggiatori ed una di queste riguarda la personalizzazione: è indispensabile infatti che il sito ufficiale offra qualcosa di esclusivo e non prenotabile su altri canali: Wi-Fi gratuito, trattamento benessere, bottiglia di vino, tour guidati, ecc.

In sostanza qualcosa che garantisca un senso di esclusività alla prenotazione diretta se confrontata con l’offerta sulle OTA, senza dimenticare quanto sia importante tentare di offrire tariffe più vantaggiose attraverso il canale ufficiale.

Scritto da:

Pubblicato il: 12 aprile 2018

Filed Under: Approfondimento, Guida, News

Visite: 875

Tags: , , , ,

Lascia un commento