Quattro cose che saranno sempre di moda negli alberghi

Nel marketing c’è sempre un costante lavoro di aggiornamento da fare, che richiede grande attenzione alle ultime tendenze e novità.

Tuttavia i marketers sanno che, indipendentemente dalla novità, la sciccherie, lo sfarzo ed il glamour, tutti i loro prodotti dovranno rispettare parametri di scopo, dell’uso, della pertinenza e dell’efficacia.

Gli alberghi, come prodotti, seguono questo principio. Cerchiamo di presentare la vecchia torta in un nuovo packaging. Ci disponiamo in gruppi di discussione e grandi gruppi d’incontro per sviluppare eccitanti, nuove idee, servizi e sistemi che riteniamo che i nostri ospiti potranno amare e cercare. Accettiamo la sfida dei tempi che cambiano di reinventare noi stessi. Facciamo in modo di tenerci sempre aggiornati sulle ultime novità in sviluppo del prodotto, concetti, tecnologia ed aspettative degli ospiti.

Ancora, indipendentemente dal periodo in cui viviamo, i seguenti quattro punti rimarranno sempre fondamentali per l’attività alberghiera.

1. Punto di vista dell’ospite

Condurre un albergo sarà sempre un’attività dedicata alle persone e agli ospiti.

Sia che siano cowboy nel Midwest, sceicchi sul dorso di un cammello, venditori ambulanti o delle personalità politiche del giorno d’oggi, uomini d’affari appartenenti a multinazionali, sia che sia gente semplice come voi e me, gli alberghi saranno sempre concentrati sugli ospiti.

Così, anche prima di ottenere il concetto, la creatività, le infrastrutture, l’ hardware, è necessario ottimizzare il software affinché sia focalizzato sull’ospite e assicurarsi che il vostro personale sia gentile con gli ospiti e che questi vengano sempre considerati un elemento di primaria importanza.

2. Cibo per la mente e gli affari

Il cibo è stato sempre sinonimo di ospitalità. In un molte case d’Asia, dell’America centrale e case europee, non lasciare che gli ospiti se ne vadano senza aver ricevuto amorevolmente del cibo è stato considerato una regola.

Forse è stato per questo antico galateo culturale irretito con la necessità e la domanda del cliente, che gli alberghi hanno sempre posto molta attenzione sul mangiare e bere.

Non c’è da stupirsi quindi, che un sacco di alberghi, oltre ad essere ottimi posti in cui soggiornare, siano diventati punti di riferimento veri e propri per la loro magia culinaria.

3. Rapporto qualità-prezzo

Se pensate che i ricchi, i famosi e gli ospiti con le tasche profonde non abbiano nessun problema a sperperare i loro soldi, allora purtroppo vi sbagliate. I vostri ospiti, non importa quanto ricchi siano, vogliono che i loro soldi restituiscano loro valore. Pensate a questo – Ingvar Kamprad, il fondatore di IKEA, guida una Volvo di seconda mano.

Warren Buffett, classificato la persona più ricca del mondo nel 2008 e la terza persona più ricca nel 2016, vive ancora nella casa che ha comprato nel 1958 per 31.500 $, non mangia cibi capricciosi e va a lavoro ogni giorno autonomamente. Quindi pensate a come vorrebbero che i loro soldi siano spesi quando pagano bei soldini agli alberghi.

Anche celebrità che pagano chilometri di scontrini desiderano ottenere ottenere qualcosa in più con i loro soldi. Devono essere visti come soldi ben spesi, qualunque sia la loro definizione di benessere in quel punto del tempo. Parlate con i vostri colleghi di front office e scoprirete che anche i manager d’azienda vogliono che i loro soldi siano ben spesi.

 4. L’esperienza straordinaria

Quando andavo all’Università, passavo spesso a un bar vicino alla biblioteca che frequentavo. Questo bar era gestito da personale molto cortese ed attento, mi chiedevano sempre con gentilezza e discrezione come mi andavano le cose. A volte succedeva anche che la proprietaria, la signora Angela, mi chiedesse cosa leggessi ma se notava qualche ruga di preoccupazione nel mio volto, in conseguenza di ansie da studio e malesseri vari, sapeva sempre quando fermarsi nella chiacchiera, oppure sapeva sempre tirarmi su di morale con qualche piccola parola.

Tutto il resto, il caffè, i dolci ed i panini erano di una squisitezza senza eguali nella zona, tuttavia l’esperienza totale di questo bar era un fattore significativo che attraeva molte persone, non solo per la qualità del servizio, ma anche per l’atmosfera familiare e piacevole.

Un’esperienza fuori dall’ordinario, se è positiva, ovviamente, sarà sempre ciò che farà distinguere un albergo normale da un albergo che farà percepire un valore aggiunto al mero servizio ricevuto, da parte degli ospiti.

Questi sono quattro aspetti che non passeranno mai di moda e non saranno mai fuori luogo in qualsiasi albergo, qualsiasi servizio offra ed ovunque esso sia.

Scritto da:

Pubblicato il: 9 Dicembre 2016

Filed Under: Approfondimento, Guida

Visite: 2703

Tags: , ,

Lascia un commento