Booking Engine: l’importanza di offrire una personalizzazione del soggiorno

Il turismo esperienzale sembra aver preso molto piede nel corso degli ultimi tempi, influendo in modo significativo sulle prenotazioni dirette e sulla brand reputation di una struttura.

Ad ogni modo, stiamo parlando di una serie di tendenze alquanto variegate, molto difficili da canalizzare in maniera omogenea verso il pieno benessere degli ospiti di un albergo. Cosa potete fare per tramutare tali concetti in una solida realtà? Dovete prima di tutto capire cosa sia l’economia dell’esperienza e il suo ruolo in grado di soppiantare la tipica economia di servizi. Vi suggeriamo di analizzare le transazioni relative alla vostra struttura ricettiva e seguire ogni piccola modifica con l’aspirazione di ricevere in cambio risultati ben più lusinghieri rispetto a quelli attuali.

La possibilità di coltivare esperienze

Che cos’è l’economia dell’esperienza? Questa espressione risulta sempre più diffusa e contribuisce in misura fondamentale, per l’appunto, all’esperienza di viaggio di un qualsiasi cliente. Dovete essere in grado di suscitare ricordi ed emozioni, focalizzando su tutti e cinque i sensi. La vista, l’olfatto, l’udito, il gusto e il tatto hanno un ruolo essenziale nel ricordo di una certa situazione.

Cosa potete fare, dunque, per stimolare i sensi del destinatario delle vostre richieste? Tali elementi possono essere considerati dalle proporzioni ben più risibili rispetto all’inserimento di nuove attività su un sito o di servizi per differenziarvi dalla concorrenza. Tuttavia, vi consigliamo di prestare attenzione ad un elemento del genere e fare in modo che il cliente possa sentirsi considerato in prima persona e in modo differenziato rispetto agli altri. C’è chi preferisce una camera a temperature alte e chi a quelle basse. Ogni aspetto di un albergo può essere personalizzato a seconda dei gusti e delle esigenze personali.

Dovete essere capaci di cogliere al meglio le preferenze dei visitatori, introducendo diverse opzioni fin dal momento della prima interazione. Già durante la richiesta iniziale o la prenotazione online, i vostri utenti devono avere ben chiara la realtà con la quale si apprestano ad avere a che fare.

La chance di partire sempre col piede giusto

Come si suol dire, il buongiorno si vede dal mattino. Dovete dare fin dal primo contatto una buona impressione del vostro marchio. In passato, per approfondire le relazioni con gli ospiti, mettevate sotto torchio il vostro team per conoscerli ad uno ad uno. Oggi la situazione è senz’altro facilitata. Grazie alla tecnologia, potete monitorare le tendenze relative ai clienti e alle loro preferenze personali. Non potete comunque limitarvi soltanto ad una mera visualizzazione delle interazioni sulla proprietà, ma piuttosto tenere d’occhio le vostre impressioni. Conoscere i vostri potenziali clienti può darvi una grossa mano.

Certo, vi suggeriamo di fare attenzione al fattore economico, che spesso può rappresentare un freno per le vostre ambizioni tecnologiche. Tuttavia, nonostante potreste non essere in possesso di un fatturato simile a quello di un colosso come Amazon, in grado di investire miliardi su base annuale per le ricerche di mercato, potete comunque trovare validi metodi alternativi. Magari, avete la chance di ispirarvi alle grandi catene.

La personalizzazione mediante la proposta di camere differenziate

Cosa potete fare per offrire una camera su misura per il vostro visitatore privilegiato? Al giorno d’oggi, molti alberghi ritengono ancora che una proprietà dovrebbe garantire solo poche tipologie di camere ben delimitate, da scegliere in base alla tipologia di letto.

Dalle singole alle doppie matrimoniali, dalla junior suite alle King e Queen, il nome fa la differenza. Tale concezione, attualmente, può essere considerata errata. Dovete inserire una serie di attributi aggiuntivi per catturare l’attenzione del bacino d’utenza. Per esempio, aggiungete informazioni relative alla vista panoramica. Dall’oceano al tramonto, dal giardino al parcheggio, avete l’opportunità di modificare la tariffa per notte in base allo scenario visibile.

Un cliente business potrebbe privilegiare la ricerca della comodità a discapito della bellezza del panorama. Al tempo stesso, un visitatore per piacere o una coppia che celebra il proprio anniversario potrebbero preferire una soluzione più rilassante o romantica. Tutto ciò con spese maggiori. Ad ogni modo, dovreste sapere come muovervi già da prima del check-in, personalizzando l’esperienza fin dalle fasi precedenti. Il vostro sistema dovrebbe essere in grado di capire cosa voglia l’utente fin dal suo arrivo presso la vostra struttura ricettiva. In caso contrario, sarebbe già troppo tardi.

La vendita di ogni singola caratteristica

In pratica, oggi vendere una camera d’albergo in base alle sue dimensioni non basta più. Dovete curare diversi elementi che, fino a qualche tempo fa, potevano essere considerati di secondo piano. Prestate attenzione al cibo, alle bevande, ai trattamenti termali, alle lezioni, ai tour, all’accesso al club floor, ad eventuali regali. State attenti, dunque, ad ogni piccolo particolare. Se, ad esempio, gestite un resort di montagna e una coppia di clienti acquista un pacchetto di vacanza gourmet, potrebbe non essere alla ricerca di particolari opzioni aggiuntive, ma piuttosto vorrebbe accedere ad un tour escursionistico basato sul benessere. Di conseguenza, vorrebbe qualcosa in più rispetto al solo cibo. Prestate attenzione ad ogni elemento.

L’importanza dei servizi di consulenza di HotelNerds

Volete consentire la personalizzazione completa di camera e soggiorno e differenziare il vostro canale diretto rispetto alle moderne OTA? Vi suggeriamo di chiedere aiuto ai molteplici servizi di consulenza offerti dal portale HotelNerds. Vi mostreremo come ottimizzare il vostro brand positioning, trasformando i visitatori in vere e proprie prenotazioni.

Scritto da:

Pubblicato il: 19 Aprile 2019

Filed Under: Approfondimento, Guida

Visite: 237

Tags: , ,

Lascia un commento