Amazon venderà i test anti-covid ai viaggiatori

Il colosso statunitense, Amazon, apre la strada ad un nuovo mercato: quello dei test anti Covid-19! Il leader degli e-commerce ha annunciato che inizierà a vendere negli USA sulla sua piattaforma i kit per i test PCR Covid-19.

Non solo renderà possibile avere il kit per il test a casa in poco tempo, ma metterà a disposizione il laboratorio di analisi STS Lab Holdco, sussidiaria che produce il test, per ricevere i risultati del test online.

Ma vediamo meglio come il leader per la vendita online ha deciso di gestire la vendita dei test.

Distribuzione e costi

Il kit avrà un costo di $39,99 pari a €45 circa, ma saranno venduti anche attraverso pacchetti scontati, e verranno prodotti da una sussidiaria denominata STB Lab Holdco.

In questo momento quindi negli Stati Uniti i consumatori possono ricevere comodamente a casa il tampone nasale da eseguire in completa autonomia e inviare il tampone sempre tramite corrirere Amazon per ricevere i risultati dell’esame in breve tempo tramite la piattaforma online amazondx.

I risultati verranno sempre processati dalla casa produttiva STB Lab Holdco. All’inizio di questo mese Amazon ha iniziato a vendere kit di test anche nel Regno Unito a 34,99 sterline, pari a €41 circa.

Intuizioni alla Jeff Bezos

È chiaro che Amazon sta cogliendo una grossa opportunitò di business, entrando in uno dei mercati più forti del momento. Purtroppo, la necessità di eseguire un tampone nasale ci sarà anche nell’era post-vaccini, dato che il virus si pensa che continuerà a circolare a livello endemico con una più bassa letalità.

Nonostante il settore farmaceutico sia uno dei più remunerativi, non ha ancora messo in atto un progresso tecnologico adatto ad accorciare i tempi per l’elaborazione e distribuzione dei risultati dei test.

In questo caso Jeff Bezos con la sua economia di scala è sicuramente in grado di fornire i test a prezzi molto più competitivi della concorrenza.

I tamponi Amazon arriveranno anche in Italia?

Questa è la vera domanda che tutti si pongono! Solitamente FDA (Food and Drug Administration statunitense), che ha dato l’autorizzazione ad Amazon per la vendita dei test molecolari, EMA e AIFA sono abbastanza allineate nelle decisioni.

Il problema risiede più che altro nella scelta dei laboratori in loco da utilizzare per processare i risultati dei test.

In ogni modo, Amazon vende già da molto tempo i test rapidi che danno il risultato in 10 minuti e negli Stati Uniti da novembre gli è stata concessa anche l’autorizzazione alla vendita di farmaci.

Parlando di scalabilità Jeff Bezos sa di certo come colpire i mercati più remunerativi, per cui probabilmente non aspetteremo molto prima di vedere questo servizio attivo anche in Italia.

Vuoi aumentare le vendite dirette sul tuo sito?

Scopri di più sul nostro sito Hotel Nerds Solutions!

Scopri di più!

Scritto da:

Pubblicato il: 23 Dicembre 2021

Filed Under: Nerdaholic, News, Turismo

Visite: 314

Tags: , , , ,

Lascia un commento