Adobe: il 52% della navigazione nel travel arriva da mobile

Che i dispositivi mobile fossero una parte importante del settore turistico non era certo un segreto e a confermarlo è un nuovo report di Adobe.

Secondo quanto riportato da Adobe nel proprio Mobile Travel Report, in cui ha analizzato oltre 15 miliardi di visite tra siti di hotel e compagnie aeree statunitensi tra il 2014 e il 2016, il mobile rappresenta il 52% delle sessioni di navigazione nel settore travel.

Nonostante quindi i viaggiatori si affidino sempre di più ai dispositivi mobile per navigare ed effettuare ricerche sembra che i tassi di conversione siano ancora bassi. I numeri evidenziati da Adobe parlano di un tasso di conversione derivato da smartphone e tablet pari al 21% del totale, restando comunque indietro rispetto agli acquisti effettuati da desktop.

Adobe ha rilevato inoltre che con la diffusione di smartphone sempre più grandi le sessioni di navigazione da tablet hanno subìto un calo fisiologico, scendendo dal 13% al 10.1% nel corso di un anno.

Un altro dato interessante riguarda invece la qualità della navigazione da dispositivi mobile. In base a un questionario condotto su un campione di oltre 1.000 cittadini statunitensi nel 2015 molti consumatori troverebbero la qualità dell’esperienza di navigazione poco soddisfacente.

Matt Asay, VP della divisione mobile di Adobe, ha commentato così i risultati:

I risultati dell’Adobe Mobile Travel Report ci mostrano che l’industria fatica ad essere mobile-first. E’ la normalità per i consumatori ma c’è un gap tra le attese dell’utente e ciò che viene offerto. […] I brand turistici devono rifinire e sempllificare l’esperienza mobile e unificare i dati dei clienti per personalizzare e migliorare i processi di pagamento.

Scritto da:

Pubblicato il: 8 Agosto 2016

Filed Under: News, Turismo

Visite: 1650

Tags: , , ,

Lascia un commento