Le 10 principali abitudini di viaggio dei Millennial

Con la diffusione di Internet sono fiorite nuove opportunità per il settore alberghiero e turistico, ma non solo. L’accessibilità della tecnologia ha cambiato anche le abitudini di viaggio delle persone, favorendo la nascita di nuovi segmenti di pubblico tutt’altro che trascurabili. Tra questi rientrano i Millennial.

La generazione dei Millennial è progressivamente maturata e negli ultimi anni gli hotel si stanno duramente impegnando per conquistare la loro fedeltà ed ecco perché è indispensabile conoscere le loro preferenze e le loro abitudini per riuscirci. Per comprendere appieno questa tipologia di viaggiatori, Choice Hotels International ha svelato alcune delle abitudini di viaggio inaspettate dei Millennial.

I Millennial non hanno ancora stabilito un rapporto fidelizzato con un hotel specifico ed esistono fantastiche opportunità che possono essere sfruttate dalle compagnie per costruire la fedeltà al brand. Mentre Choice continua a espandersi, scoprire nuovi aspetti in questo segmento demografico chiave – come l’inclinazione dei Millennial a impressionare gli altri – il desiderio verso la gratificazione istantanei dei programmi fedeltà è un aspetto fondamentale.

Patrick Pacious, COO presso Choice Hotels

Le 10 principali abitudini di viaggio dei Millennial

  1. Le immagini sono tutto: il 27% dei Millennial hanno soggiornato in un hotel per impressionare qualcuno;
  2. Vivere per il qui ed ora: il 33% dei Millennial rinuncerebbe ad acquistare casa per una vacanza da sogno;
  3. Cibo e avventura: il 79% dei Millennial ha dichiarato di essere più “avventurosi” in merito al cibo durante i viaggi rispetto a quando si trovano a casa;
  4. Metodi di viaggio vecchio stile: mentre il 59% dei Millennial ritiene che le recensioni e valutazioni online possano determinare la loro scelta di un hotel, il 35% di essi si affiderebbe comunque ad agenti di viaggio per decidere una struttura ricettiva;
  5. Gratificazione istantanea: il 43% dei Millennial ritiene che si dovrebbero ricevere i primi benefici di un programma fedeltà al momento dell’iscrizione;
  6. L’esperienza è tutto: il 12% dei Millennial hanno lasciato il proprio lavoro per una vacanza o un evento importante;
  7. Il “gratis” piace: il 69% dei Millennial considera gli omaggi (es. snack/sandwich/colazione) un aspetto fondamentale per i programmi fedeltà;
  8. La comodità è tutto: la presenza di letti comodi è il secondo fattore più importante che spingerebbe un Millennial a consigliare un hotel ai propri amici (18%);
  9. Generazione germofoba: il 61% dei Millennial porta con sé igienizzanti durante i viaggi – più di qualsiasi altra generazione;
  10. Non ti sento: il 30% dei Millennial tiene le cuffie nelle orecchie durante il viaggio così che gli altri non parlino con loro.

Come si può evincere da questo elenco, i Millennial rappresentano una generazione con tratti e caratteristiche molto particolari che, se esplorate adeguatamente, possono offrire nuovi spunti e opportunità per hotel.

Per comprendere al meglio quali siano le loro abitudini di viaggio, vi consigliamo di leggere il nostro articolo “Cosa possono fare gli Hotel per sfidare Airbnb è conquistare i Millennial?“.

Scritto da:

Pubblicato il: 3 Novembre 2015

Filed Under: Approfondimento, Millennial, Prenotazioni online

Visite: 2997

Tags: , , ,

Lascia un commento