Abbandono delle prenotazioni: perché succede e come risolvere il problema

Abbandono delle prenotazioni, un problema che riguarda migliaia di hotel in Italia e milioni di alberghi nel resto del mondo. Come voi, sono in tanti a domandarsi il perché ciò accada. Contemporaneamente, ci si chiede se esista un modo per risolvere una situazione a causa della quale i proprietari degli hotel perdono una considerevole potenziale somma di denaro. A seguire la spiegazione sul significato di abbandono delle prenotazioni e tre consigli per diminuire la percentuale di utenti che visitano il sito web dell’hotel senza poi completare il processo di prenotazione. 

Cos’è l’abbandono delle prenotazioni

Per abbandono delle prenotazioni si intende la tipica situazione in cui un potenziale cliente si collega al sito ufficiale dell’azienda, inizia il processo di prenotazione senza però portarlo a termine con successo prima di lasciare il sito. Come è logico che sia, un comportamento di questo tipo rappresenta un’enorme quantità di guadagno potenziale non incassato da parte degli albergatori, da qui la volontà di capire le ragioni alla base della (non) scelta degli utenti e di conseguenza come riuscire ad arginare un fenomeno che colpisce più o meno la maggior parte delle strutture ricettive.

Vi diciamo subito che è possibile ottenere una diminuzione della frequenza degli abbandoni delle prenotazioni da parte dei visitatori online, prima però è importante conoscere e capire le cause che contribuiscono a rendere il sito dell’albergo poco appetibile agli occhi dei potenziali ospiti. Qui trovate la causa principale per cui gli utenti decidono di terminare la visita al sito senza portare a compimento il processo di prenotazione abbozzato all’inizio.

La causa più comune dell’abbandono delle prenotazioni

Per definizione, l’abbandono delle prenotazioni è la mancata prosecuzione da parte del visitatore del processo che porta al blocco della camera per l’intera durata del soggiorno. Ciò capita con una frequenza maggiore di quanto si possa pensare. Banalmente, la maggior parte dei potenziali clienti che visitano il sito web dell’hotel desiderano prima accertarsi del giudizio che gli altri ospiti hanno assegnato alla struttura.

In secondo luogo, sono interessati a vedere la tipologia di camere, soffermandosi non soltanto sulle immagini reali caricate sul sito ma soprattutto sui servizi messi a disposizione (bagno privato, letto matrimoniale, colazione inclusa, Wi-Fi, ecc.). Inoltre, i visitatori del sito web sono soliti confrontare i servizi della struttura con quelli proposti dagli altri hotel situati nella stessa città o nelle immediate vicinanze.

Così come per tutti gli altri acquisti online e nella vita reale, le persone vogliono essere convinte al 100 per cento prima di spendere il proprio denaro, una sicurezza che un hotel può dare soltanto se dimostra di saper venire incontro a tutte le necessità del cliente e di trasmettere un’immagine di sé di valore. Come detto in precedenza, tutte le visite che un sito web riceve non si tramutano in una prenotazione, ci sono però degli accorgimenti che potete prendere per far sì che la percentuale di abbandono delle prenotazioni diminuisca in maniera sensibile.

Ecco tre dritte per ottenere maggiori prenotazioni dal sito ufficiale dell’hotel.

Rendere la prenotazione online semplice

Più il sistema di prenotazione online viene reso semplice maggiori sono le possibilità che i visitatori prenotino una camera dell’hotel per il loro soggiorno di uno o più giorni presso la località dove si trova la struttura ricettiva. Se il sito di un hotel non è intuitivo e, soprattutto, non è stato progettato per l’utente (in gergo si utilizza il termina user-friendly), le possibilità che si arrivi a una prenotazione diminuiscono in maniera direttamente proporzionale rispetto a ogni click aggiuntivo richiesto dal sistema di booking a cui ci si è affidati.

Ricordate questo concetto fondamentale: ‘Più il processo di prenotazione è semplice, più i viaggiatori avranno piacere nel completare il processo’. Può sembrare banale, in realtà esistono migliaia di siti online che non rispettano le basilari regole del web 2.0, dove l’esperienza utente è collocata al primo posto.

Da qui la necessità di rendere più semplice il sito della struttura ricettiva di cui si è proprietari in ogni suo aspetto, avendo sempre cura di apportare le modifiche pensando prima di tutto a raggiungere un’elevata user-experience (uno dei principali fattori che permette a un sito di posizionarsi con parole di ricerca competitive nelle prime pagine dei motori di ricerca).

Non dimenticare i dettagli

I dettagli sono sempre importanti. Nel caso specifico, il consiglio è di rendere visibile la policy relativa ad un eventuale modifica o cancellazione della prenotazione. Infatti, ogni giorno si contano numerosi episodi di persone che rinunciano a completare il processo di prenotazione perché spaventati da eventuali policy altamente restrittive, senza però prenderne direttamente visione sul sito web perché invisibili.

Se è vero che gli albergatori hanno la necessità di difendersi da cancellazioni tardive o dalle mancate presentazioni, è altrettanto vero che gli hotel sono chiamati a realizzare policy facili da capire e visibili agli occhi degli utenti più distratti. Questo aiuta i clienti a sentirsi maggiormente a proprio agio durante la navigazione sul sito e, di conseguenza, aumentano le possibilità che portino a termine la prenotazione di una camera.

Incentivare i viaggiatori a prenotare ora

La politica di incentivare i viaggiatori a prenotare prima di lasciare il sito è la terza e ultima soluzione migliore per diminuire l’abbandono delle prenotazioni. Nel mercato digitale di oggi, ottenere la prenotazione di un visitatore online sta diventando una sfida sempre più impegnativa. Infatti, i viaggiatori hanno numerose opzioni a loro favore: dalle offerte speciali alla fotografia professionale, senza dimenticare il copywriting persuasivo.

Nonostante ciò, gli hotel possono sempre contare sui loro contenuti, con i quali hanno l’opportunità di mantenere il visitatore online più a lungo sul sito, aumentando di conseguenza le possibilità che l’utente compia una prenotazione di valore (un soggiorno più duraturo o semplicemente una camera con maggiori servizi). Cercate dunque di affidarvi a contenuti che sappiano coinvolgere l’utente, senza perdere di vista la navigabilità sul sito e all’interno dell’articolo stesso.

Ricordate, infine, di rendere più agevole il sistema delle prenotazioni, così da invogliare l’utente a prenotare una camera sul sito del vostro hotel e non su quello di un altro. Quale di questi consigli metterete in pratica per combattere l’abbandono delle prenotazioni?

Se siete convinti di quello che avete letto in questo articolo ma non avete idea di come agire per ottimizzare il vostro sito per la vendita diretta, non attendete oltre, richiedete informazioni per i servizi di consulenza di HotelNerds! Tra i nostri servizi infatti troviamo una serie di strumenti appositamente dedicati al recupero degli ospiti indecisi con l’obiettivo di disintermediare e ridurre gli abbandoni del sistema di prenotazione.

SCOPRI LA CONSULENZA DI HOTELNERDS

Scritto da:

Pubblicato il: 5 Luglio 2019

Filed Under: Prenotazioni online

Visite: 389

Tags: , ,

Lascia un commento