Facebook sta cambiando la connessione tra brand e viaggiatori

La natura di Facebook è diversa da altri canali pubblicitari, inclusi i motori di ricerca. Oltre alla possibilità di indirizzare i propri contenuti a target specifici, Facebook ha cambiato le regole del gioco con il cross-device, il monitoraggio basato sulle persone e il targeting multi piattaforma. Navigare nella complessità di questo canale rappresenta sia una sfida che un’enorme opportunità per i brand turistici.

Perché una strategia di canalizzazione è essenziale in materia di viaggi?

La complessità del percorso di acquisto del viaggiatore è diventata onnipresente, con un numero crescente di canali per l’ispirazione, la convalida, la pianificazione. Sappiamo che i viaggiatori visitano i siti di viaggio già da quando sognano la meta preferita, fino alla fase della prenotazione vera e propria. Per gli inserzionisti, questa dinamica può portare ad una grande concorrenza.

Se il tuo brand non è presente e ben visibile in ogni fase del viaggio del viaggiatore, ci sarà un altro brand pronto a prendere il tuo posto. Altre ricerche mostrano che solo il 9% dei viaggiatori statunitensi sa “sempre” con quale brand desidera prenotare prima di iniziare a fare ricerche. Pertanto essere presenti è la chiave di tutto.

Gli inserzionisti devono essere in grado di identificare i singoli utenti mentre usano i siti web, devices e verticals per indirizzarli con contenuti pertinenti. Nel rapporto di acquisto viene illustrato quanto sia unico e soggettivo ogni percorso di prenotazione e in che modo il marketing per un viaggiatore “medio” sia fondamentale.

La crescente complessità del viaggio ha le sue implicazioni anche per i viaggiatori. Questi sono infatti sopraffatti dalle molteplici opzioni e bombardati costantemente di contenuti, con conseguente crescita della ricerca di personalizzazione e assistenza lungo tutto il loro viaggio. Una strategia di canalizzazione completa è la soluzione alla personalizzazione del marketing, utile ad assistere e soddisfare i viaggiatori; questo è l’unico modo per capire e influenzare veramente il percorso di acquisto per il viaggio.

Definiamo la canalizzazione in 4 fasi:

  1. Sviluppo della consapevolezza del brand
  2. Guidare la conversazione
  3. Portare conversioni
  4. Costruire fidelizzazione

Le attività più importanti sono quelle che compongono il funnel di conversione. Al fine di ottimizzare il percorso, ogni fase deve essere informata e influenzata dalle attività poste al livello più alto nella canalizzazione.

Navigare nel panorama guidato dai dati per gli inserzionisti di viaggi

Qui è dove Facebook ha un vantaggio reale come piattaforma di marketing di viaggio. In qualità di più grande piattaforma social in termini di utenti registrati, Facebook è unica nella sua capacità di indirizzare i viaggiatori su dispositivi e piattaforme. Gli obbiettivi della campagna e le opzioni di targeting per ogni fase della canalizzazione consentono ai marketer di comprendere il percorso per ogni acquisto. Per come Facebook ha sviluppato la piattaforma, ha previsto consapevolmente di sfruttare questi dati attraverso la famiglia di app proprie per servire i viaggiatori.

Annunci dinamici per i viaggi

Rappresentano la prima parte di prodotti per i travel marketer, che consente agli inserzionisti di interagire con gli utenti posti a livello più basso nella strategia di canalizzazione, ovvero coloro che hanno già visitato almeno una volta il loro sito web. L’obbiettivo è concentrarsi sulla guida delle conversioni; questo spinge gli inserzionisti a utilizzare le informazioni pertinenti per riconnettersi ai visitatori del sito web.

Dynamic Ads for Travel

Questo estende l’ambito degli annunci dinamici per i viaggi offrendo agli inserzionisti una soluzione per raggiungere utenti di viaggio che non hanno ancora visitato il loro siti web.

Considerazioni di viaggio

L’ultimo prodotto di viaggio è una soluzione “ad imbuto” destinata ai sognatori che non hanno ancora selezionato una destinazione.

I tre nuovi prodotti di travel marketing di Facebook offrono agli inserzionisti una soluzione di marketing olistica. I prodotti di canalizzazione superiore aggiungono un livello di ottimizzazione alle tradizionali opzioni di targetting della piattaforma, consentendo di mostrare annunci pertinenti in larga scala ai viaggiatori in qualsiasi fase del processo di pianificazione.

Sfruttando i prodotti di Facebook attraverso la canalizzazione, gli stessi inserzionisti possono sia aumentare il rendimento delle campagne, sia aumentare il ritorno sulla spesa pubblicitaria. I DAT di Facebook, differenziati per segmenti di pubblico e prodotti di viaggio, offrono essenzialmente una via accelerata per testare e imparare a indirizzare gli utenti in modo mirato.

Testare e imparare più velocemente è inestimabile e gli inserzionisti di viaggi devono costantemente condurre una moltitudine di esperimenti per determinare ciò che funziona per il tuo brand, in ciascun mercato, su ciascun canale e in ogni fase della canalizzazione. Durante l’esecuzione dei test dovrebbero seguire una strategia completa per evitarne la sovrapposizione. Ogni fase dovrebbe essere informata e influenzata dalla precedente, garantendo in automatico l’ottimizzazione in modo ancora più efficace oltre a ottenere intuizioni più significative.

Lascia un commento